OROLOGI ELETTRICI
OROLOGI ELETTRICI

MOVIMENTI : I VARI CALIBRI

 

 

 -=oOo=-

 

 

 

 

C – ELETTRONICI A BILANCIERE CONTROLLATO DA TRANSISTOR

 

 

 

riferimenti:

 

http://electric-watches.co.uk/movement-types/transistorised/

 

 

 

PAGINA 1

 

 

1 ESA Dynotron (Swissonic 10)

 

 

1967: la ESA commercializza un primo numero limitato di esemplari del cal. 9150 “Dynotron” con frequenza di oscillazione di 21.600 A/h (6 Hz) su 13 rubini, il primo movimento elettronico a bilanciere  controllato da transistor (uno sviluppo del brevetto “ATO” di Léon Hatot – già degli anni '50 –  sfruttato anche dalla Junghans e presente in milioni di orologi prodotti da Case di tutto il mondo). La realizzazione fu possibile solo allora grazie all’avvento di componenti  elettronici sufficientemente piccoli per essere montati in  un orologio da polso

1968: inizia la produzione su larga scala

1970: il cal. 9150 viene sostituito dal cal. 9154, con una frequenza di 8 Hz (28.800 A/h - sempre su 13 rubini), più robusto ma sostanzialmente uguale nella struttura (il bilanciere è più sottile,  varia la forma del collo d’oca per la regolazione anticipo/ritardo)

1974: viene presentato alla Fiera di Basilea il cal. 9176 con display digitale a cilindri rotanti (disegnato  espressamente per la dalla Jaz che lo utilizzò nei sei modelli di “Jaz Derby swissonic”)

1975: entrano in produzione i calibri 9157 (data) e 9158 (giorno/data), semplificati nei componenti e più economici (frequenza: 28.800 A/h su 7 rubini), che avranno larghissima diffusione (a prima vista si riconoscono dalla barra di forma arcuata per la regolazione del bilanciere – il quale non presenta più la sporgenza a dentello atta a fermarlo in posizione di “ripartenza”, accorgimento non più necessario in questi movimenti)

 

Oltre ai calibri principali 9150, 9154, e 9157-9158 gli altri movimenti della famiglia, noti come linea “Swissonic 10”, sono i seguenti:

9156: identico al 9154, ma con un perno di comando del disco data più lungo, idoneo a far ruotare altri tre dischi rappresentanti l’andamento dei bioritmi (utilizzato solamente da Certina per i suoi modelli "Biostar electronic") - peraltro nella finestra della data compaiono i numeri da 1 a 7 indicanti i giorni della settimana

9159: molto raro, di base uguale al 9157-9158, equipaggiato con dischi rotanti al posto delle lancette,  prodotto con o senza luce, fu montato solamente dalla Gruen nel salterello “Electronic” del 1975

9176: utilizzato solo dalla Jaz, come detto sopra

9200: detto “Frontronic”,  per orologi da Signora (=  Longines cal. 7102)

 

Normalmente la ESA si occupò solo della produzione di movimenti, fornendoli ad oltre 50 Case che li utilizzarono per i loro diversi modelli, spesso attribuendo una propria numerazione del calibro (quella originale è distinguibile dalla punzonatura sotto il bilanciere)

 

NOTA: esistono esemplari incassati dalla ESA e con la dicitura “Dynotron” o “Swissonic 10” (prototipi o modelli di scuola: vedi ESA alla voce "produttori/marchi)

 

riferimenti:

  

http://electric-watches.co.uk/makers/esa/

 

si può vedere il cal. 9176 in funzione all'indirizzo:

 

https://www.youtube.com/watch?v=Kt8JNwd4bN0

 

 

 

 

 

il funzionamento di questi calibri è già stato trattato nell’apposita sezione (i movimenti - principi di funzionamento - pagina 2) con immagini dei singoli componenti

 

qui esaminiamo brevemente le differenze specifiche fra i vari calibri della "famiglia" 

 

ESA 9150

9150

 

 

21.600 A/h (6 Hz), il primo movimento elettronico a bilanciere  controllato da transistor

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

sotto: le immagini del calibro e dei suoi componenti dal manuale di manutenzione

 

ESA Dynotron cal. 9150
componenti dell'ESA Dynotron cal. 9150 (viti escluse)
ESA 9154

 

9154

 

 

frequenza di 8 Hz (28.800 A/h), più robusto rispetto al calibro precedente ma sostanzialmente uguale nella struttura

 

ESA 9150: il becco d’oca per la regolazione del bilanciere ha una vite, il circuito ha quattro contatti saldati (alla destra della bobina). è presente una levetta che,  estraendo la corona, blocca il bilanciere in posizione di “ripartenza” (con la sua molla in compressione) ingaggiando un apposito perno sul volano: qui è distaccata (il movimento è in funzione)

 

ESA 9154:  il becco d’oca è diverso, non ha una vite ma un perno dentato, il circuito ha tre contatti. in questa immagine la levetta blocca il bilanciere (in questi movimenti, a differenza dei successivi, il circuito non dà un impulso di ripartenza al bilanciere)

 

ESA 9157

 

9157-9158

 

 

9157 (data) e 9158 (giorno/data), semplificati nei componenti e più economici, dotati di dispositivo di ripartenza del movimento

messa a punto della data

 

cal. 1950 e 9154:

portare avanti le lancette fino alle 24 fino al normale cambio data (badare che lo scatto del numero all’interno della finestrella sia avvenuto completamente), quindi arretrare le lancette di ca. 40 minuti e poi riportarle ancora sulle 24, avanzando così di un altro giorno

 

cal. 9157:

il movimento ha il c.d. “date quickset”: estraendo a metà la corona, se la si ruota in senso orario la data avanza di un giorno, in senso antiorario arretra

à si consiglia di portare le lancette lontano dalle 12 per non interferire con il meccanismo di cambio data, p.es. mettere l’ora alle 6,30; non sapendo se l’ora indica il mattino o la sera (magari l’orologio è rimasto fermo), è meglio settare la data al giorno precedente e poi far avanzare le lancette fino al normale scatto della data corretta

 

cal 9158:

stesse cautele di cui sopra;  estratta a metà la corona con la rotazione in senso orario avanzano sia la data sia il giorno della settimana, in senso antiorario la data arretra di un giorno (quindi conviene puntare prima il giorno della settimana e poi correggere la data)

 

 

 

 

nelle immagini qui sotto: funzionamento delcambio data e rimessa a punto della data 

(dal manuale di manutenzione dell'ESA 9150)

 

cambio data nel cal. ESA 9150
rimessa a punto della data nel cal. ESA 9150

 

 

 

IL CALIBRO 9156  - CERTINA "BIOSTAR ELECTRONIC"

 

 

[devo ancora predisporre il testo - per il momento carico alcune immagini nella galleria]

 

 

 

IL CALIBRO 9159  - GRUEN "ELECTRONIC" JUMPHOUR

 

 

[devo ancora predisporre il testo - per il momento carico alcune immagini nella galleria]

 

 (© crazywatches.pl, by courtesy - per gentile concessione)  

 

 

IL CALIBRO 9176  - JAZ "DERBY SWISSONIC"

 

 

[devo ancora predisporre il testo - per il momento carico alcune immagini nella galleria]

 

 (© marcellocaiazza, by courtesy – per gentile concessione / © crazywatches.pl, by courtesy - per gentile concessione) 

 

 
IL CALIBRO 9200 "FRONTRONIC"
 
 
qui sotto alcune immagini di esemplari con questo movimento
 
 
le due pagine seguenti sono dedicate a piccoli problemi che ho riscontrato sui vari calibri ESA Dynotron, con i miei modesti suggerimenti per trovarne una soluzione
 
la trattazione degli altri calibri elettronici a bilanciere controllati da transistor prosegue nella pagina ancora successiva
 

orologi-elettrici è su TWITTER:

 

per la navigazione seguire l'indice principale in alto ed i sottoindici a sinistra

 

cliccando sulla foto del Megasonic sopra il titolo si torna alla homepage

 

si può anche andare direttamente alla mappa del sito:

 

cliccare in basso a sinistra (nella fascia blu subito sopra il ©)

 

oppure qui sotto (si apre un'altra finestra)

utilizzando i vari links si apre un'altra pagina o si viene spostati su quella che viene richiamata nell'indirizzo (a seconda delle Vostre impostazioni)

in quest'ultimo caso per tornare indietro utilizzate l'apposito tasto del browser (anche, il "back" della tastiera, oppure alt + freccia sinistra se usate Chrome)

per essere sicuri di aprire il link in una nuova pagina ("scheda" o "finestra") cliccatevi sopra con il tasto destro del mouse ed utilizzate l'opzione corrispondente 

sTO CARICANDO LE PAGINE E LE IMMAGINI UN PO' PER VOLTA

LA TRATTAZIONE DI MOLTI ARGOMENTI E' ANCORA DA COMPLETARE

IL CONTENUTO E' SOGGETTO A MODIFICHE O REVISIONI

CERCHERO' DI DARE CONTO DEI PROGRESSI NELLA PAGINA "CRONOLOGIA" E SU TWITTER

abbreviazioni usate nel testo (autori e fonti):

 

DO = Doensen, “Watch. History of the modern wristwatch” /

doensen.home.xs4all.nl

EL = electric-watches.co.uk

EK = “Elektrik am Handgelenk”

GW = “Complete Price Guide to Watches” 

CW = crazywatches.pl

KN = hknebel.org

HW = hwynen.de

EW = “Electrifying the wristwatch”

RW = "The electric watch repair manual"

EU = "Elektrische und elektronische Uhren"

Stampa Stampa | Mappa del sito
© 2014 - 2017 - F.B.S., Torino, Italia - www.orologi-elettrici.it

questo è un sito amatoriale, senza fini pubblicitari o di lucro
sono state inserite soltanto fotografie scattate personalmente dall'autore o per le quali - se non di pubblico dominio - l'autore ha avuto espressa autorizzazione alla pubblicazione
non vi è alcun collegamento con Case produttrici, rivenditori, distributori e/o relativi marchi