OROLOGI ELETTRICI
OROLOGI ELETTRICI

PRODUTTORI / MARCHI (alfabetico)

 

 

- T -

 

 

TALIS  Talis Watch Co., La Chaux-de-Fonds, ca. 1917

modello "Swissonic Beta"  con il Dynotron ESA 9154 marcato  Société des Garde-Temps SA (SGT)

 

 

 

TARGA  Marchio UMF Ruhla per l’export (come p.es. Icarus e Unilectric)

 

 

 

TECHNOS  Marchio svizzero della "Gunziger Frères SA", fondata nell'anno 1900 con la denominazione "M. Gunziger-Hugin Welschenrohr" 

Per quanto ci concerne produsse il “Technos Electronic Technotron” con l’ESA Dynotron (cal. 9150 e 9154)

Visto anche modello "Kaiser-E" (ESA 9154), particolare per il vetro sfaccettato, bracciale integrato alla cassa

Nel 1990 presenta una serie limitata del “Technos Mosaba” con movimenti ricavati da vecchi componenti dell’ESA 9162 (lo si può trovare facilmente con una ricerca per immagini)

 

http://electric-watches.co.uk/makers/technos/

 

su può vedere un “Technotron Electronic cal. ESA 9154 smontato su:

 

http://www.crazywatches.pl/technos-electronic-esa9154-technotron-1970

 

cenni storici:

 

http://en.wikipedia.org/wiki/Technos_(watches)

 

notizie ed immagini sul blog:

 

http://www.sometimeago.com/the-smaller-watch-brands-technos/

 

La Casa esiste ancora, il sito ufficiale è: http://www.technos.com.br/

 

 

TEKRON  Marchio di cui non ho trovato alcuna notizia. visto modello “Electronic” con movimento PORTA-PUW cal. 2502

 

 

TERIAM La Chaux-de-Fonds 1933. Utilizzò il Landeron 4750 (anche il cal. 4751 secondo EK)

 

http://electric-watches.co.uk/makers/teriam/

 

sul web si trovano poche notizie, anche facendo una ricerca per immagini (interessanti alcune pubblicità d’epoca)

 

 

 

TELL  Marchio della Fleurier (vedi), visto con movimenti A. Schild.

visto modello con l'ESA 9158, secondo EK utilizzò anche il cal. 9154

 

 

 

TEWOR  Marchio tedesco, intestato a Theodor Wolf di Pforzheim (registrato nel 1956)

suo anche il logo a lato, utilizzato nella produzione di oreficeria

pochissime altre notizie

visto un “Electronic” con il Dynotron (ESA 9154)

 

 

 

THUYA  A.&A. Gilomen SA / Fabrique d’Horlogerie Thuya, nata come Adolf & Albert Gilomen Fréres nel1924 a Lengnau (CH), come Delma, Heloisa e Midland (oggi solo Delma Watch Ltd.) Modello “Electric Incabloc” con il Landeron 4751 (EK ne pubblica una foto)

 

Un accenno al marchio Thuya nella storia della Delma sul suo sito ufficiale:

 

http://www.delma.ch/delm_eng/delma/history

 

 

 

TIFFANY & CO.  Famosa gioielleria di Manhattan fondata nel 1837, oggi è una multinazionale della gioielleria con poco meno di 200 negozi sparsi in tutto il mondo

 

visto il marchio sui seguenti modelli elettrici:

 

- Bulova Accutron 218 del 1968 con cassa in oro 14 Kt

- Universal Genève Unisonic calibro 1-52

- Hamilton Van Horn in oro 14 Kt. uguale (salvo il logo Tiffany al posto di quello Hamilton) a

   quello illustrato alla pagina:

 

http://electric-watches.co.uk/makers/hamilton/hamilton-electrics/hamilton-van-horn/

 

storia: http://it.wikipedia.org/wiki/Tiffany_%26_Co.

 

sito ufficiale italiano: www.tiffany.it

 

 

 

TIMEX  Nata com Waterbury Clock Co. nel 1914, la US Time Corp., acquista il brand Timex  nel 1956 dalla Timor Watch di La Chaux-de-Fonds. Nel 1956 compra la Lacher (LACO) per sfruttarne i brevetti. Lo stesso anno acquisisce Durowe, e nel 1966 il marchio francese Kelton. Per un certo periodo utilizzò il marchio SAGA in Gran Bretagna. Si rimanda alle diverse pagine dedicate nella sezione movimenti.

 

per la storia si trovano facilmente notizie, p.es. si possono vedere:

 

http://doensen.home.xs4all.nl/s12.html

 

http://en.wikipedia.org/wiki/Timex_Group_USA

 

pagina completissima con modelli movimenti ed immagini:

 

http://electric-watches.co.uk/makers/timex/

 

 

altri modelli su:

 

http://www.hknebel.org/Uhren/Hersteller/Timex/timex.html

 

un Timex-Laco cal. 84 smontato su:

 

http://www.crazywatches.pl/timex-laco-84-electric-1965

 

un cal. M 40 alla pagina:

 

http://www.crazywatches.pl/timex-40-electric-1969

 

sito ufficiale:

 

http://global.timex.com/

 

 

nella galleria diversi modelli – elettrici ed elettronici

 

ad un M40 ed un M41 - acquistati come fondi di magazzino NOS, ma senza garanzia di funzionamento - ho dovuto sostituire il movimento (descrizione e foto alla pagina "interventi chirurgici su alcuni Timex", sotto "movimenti: i vari calibri")

 

particolarmente bello, nelle ultime immagini, un Electric M 67

 [© Moonwatch 72 - by courtesy]

 

 

 

TISSOT  Produsse il “Tissonic” con il Mosaba (alle volte è presente sul quadrante anche la dicitura F300), cal. 2010 (= ESA 9162) e 2020 (=ESA 9164), utilizzò il Dynotron nei modelli “Electronic”, fra i quali il “Sideral” con cassa in fiberglass e i subacquei  “Seastar Electronic PR 516 GL”,  o: “Electronic PR516”.  I movimenti sono rinumerati cal. 430 (ESA 9150), cal. 530 (ESA 9154)

 

http://electric-watches.co.uk/makers/tissot/

 

http://www.hknebel.org/Uhren/html/tissot_electric.html

 

un Tissonic cal. 2010 (ESA 9162) si può vedere alla pagina:

 

http://www.crazywatches.pl/tissot-tissonic-esa9162-1973

 

per la storia della Casa si può facilmente leggere:

 

http://it.wikipedia.org/wiki/Tissot

 

sito ufficiale:   http://www.tissot.ch/

 

-----------

 

NOTE:

- alla pagina "i vari calibri - Dynotron - piccoli problemi e soluzioni" fotografie e descrizione dello smontaggio per sostituzione della batteria del "Sideral Electronic" con cassa monocoque in fibra di vetro

 

- nella galleria una pubblicità di questo modello (datata 1970, testo in Francese - in questo caso relativa alla versione con movimento automatico)

il titolo declama:

" come i telai da competizione la cassa del Tissot Sideral è in fiberglass - Tissot Sideral, il primo orologio con la cassa in fibeglass"

nel testo in piccolo si legge:

"indossare Tisot Sideral significa avere al vostro polso il materiale d'avanguardia che fa progredire le competizioni e la conquista spaziale ..."

 

[al proposito si veda anche la pagina: "curiosità - la plastica, una scelta vincente"]

 

- nell'ultima serie di immagini un TISSOT "Sideral Electronic" da tavolo

non so se si trattasse di un esemplare destinato alla vendita o di un oggetto dimostrativo, comunque è un  oggetto piuttosto curioso

[©  www.restaurifelici.it , by courtesy - per gentile concessione]

 

il Tissot PR 516 Electronic in una pubblicità del 1969: guardando bene si nota che montava in origine un cinturino "Tropic" (o: "Rallye"), molto in voga all'epoca

TITAN  visto con questo nome un esemplare "Electric" con il calibro Standard Time Corp. 130 E  e l’indicazione “Japan” sul quadrante, sotto ore 6

 

ciò potrebbe far pensare ad un collegamento con la HAMILTON-RICOH (vedi)

 

le diciture sul fondello: “resistant to shock dust and magnetism / base metal bezel – stainless steel back / waterproof tested”  sono le medesime (disposte anche nello stesso modo) di quelle presenti su di un Vantage in mio possesso, animato dallo stesso movimento (vedi la prima immagine nella galleria)

 

peraltro ho trovato un logo simile (i caratteri sono più o meno gli stessi ma hanno una sottolineatura che forma una “V” al centro, vedi seconda foto - purtroppo la qualità è pessima) su alcuni esemplari con movimento svizzero, fra i quali  un elettronico (Lady) con l’ESA 9200 ed un altro denominato "Diametronic" con l'ESA 9158 

sto ancora facendo delle ricerche, ma sono convinto che questo marchio non abbia nulla a che vedere con l'altro 

 

quando avrò chiarito almeno la titolarità di questo secondo marchio Titan vedrò di scrivere due voci separate

 

esistono diverse registrazioni "storiche" del marchio Titan, due delle quali in Svizzera (a nome della TITUS di Paul Ditisheim e della "Louis Schorer / Exor SARL", La Chaux-de-Fonds, 1928), tuttavia quello che ci interessa potrebbe fare a capo ad un produttore/distributore spagnolo; ne risulterebbero due:

- Cocidi SA, Barcellona

- J.G. Girod SA, Madrid, 1929

 

NOTA: 

attualmente esiste un produttore indiano con lo stesso nome (“Titan Industries Ltd.”), la cui azienda risulta fondata nel 1984 a seguito di una joint-venture con TIMEX, cessata nel 1998, ora è di proprietà del Gruppo Tata

riporto il  logo Titan attuale nella terza foto della galleria (per completezza: allo stesso nome sono  registrati anche altri marchi quali: Celeste, Tanishq, Xylis, Fastrack )

 

 

15 Marzo 2017: mentre sto ancora cercando di fare chiarezza circa il marchio (o meglio, i diversi marchi) TITAN, sono stato autorizzato a pubblicare le foto di un bell'esemplare del modello "Diametronic" calibro ESA 9158  (in condizioni NOS),

ringrazio l'Autore per la disponibilità

(© stores.ebay.es/Relojesvintagecom – by courtesy)

 

 

TITUS  L'interessante storia della Solvil & Titus di Paul Ditisheim è nota 

 

Utilizzò l’ESA Dynotron (p.es. nel modello "Swissonic Beta" ed il PUW 3000 (Lady)

 

Produsse il “Tuning Fork” con il MOSABA ESA 9162 rilevando dalla Omega le giacenze di magazzino quando questa abbandonò l’F300 Hz

Il fatto viene riportato da EW, che precisa, anche, come molti esemplari portassero tracce delle precedenti marcature della Omega all’interno del fondello e, alcuni, anche il simbolino Ω inciso sul vetro (si veda il primo link qui sotto)

 

Effettivamente si nota la "somiglianza" di alcuni modelli con quelli della Casa di Bienne (ad esempio il secondo ed il terzo nella galleria)

I movimenti sono dei normali ESA nichelati (non ramati come gli Omega), privi di qualsiasi etichetta con il marchio della Casa o specifica numerazione

 

EK segnala che utilizzò il movimento a bilanciere controllato da quarzo Porta-PUW cal. 5000

 

Attualmente la Casa ha sede a Hong Kong e sembra avere perso contatto con la tradizione del proprio luminoso passato

 

In alto a destra il punzone dell'Ebauche con le iniziali del fondatore

 

http://electric-watches.co.uk/makers/titus/

 

http://www.hknebel.org/Uhren/html/titus_stimmgabel.html

 

per la storia della Casa:

 

http://en.wikipedia.org/wiki/Solvil_et_Titus

 

sito ufficiale / storia: 

 

http://www.solvil-et-titus.com/en/brand_story.html

 

nella galleria qui sotto tre modelli con il MOSABA ESA 9162, e, per gli amanti del marchio, qualche esemplare meccanico (ed uno al quarzo, l'ultimo, già con la linea di "sapore" orientale)

 

 

TOURIST   Marchio della Adolf Allemann Fils SA, Moutier / Welschenrohr (CH), 1945.

Nota per il modello “Everlight” del 1957, il primo con una luce integrata (alimentata da un accumulatore nel fondello)

 

se ne può vedere un gran bell’esemplare su:

 

http://www.offwatch.it/phpBB3/viewtopic.php?f=13&t=3010

 

un “Electronic Swissonic” ESA  9154 alla pagina:

 

http://uhrforum.de/welche-vintage-uhr-tragt-ihr-heute-teil-3-a-t136741-119

 

visto anche un esemplare con l'ESA 9158

 

TOWNCRAFT   Marchio della catena americana di grandi magazzini J.C. Penney Co.(utilizzato anche per oggetti di gioielleria), citato da CW per avere utilizzato il movt. Standard Time Corp. 130E

visto un pezzo identico ad un modello Vantage, cassa di piccola misura, quasi quadrata ma con i lati arcuati, corona fra ore 4 e 5, sfera dei secondi con punta rossa

 

sulla J.C. Penney si possono vedere:

 

http://it.wikipedia.org/wiki/J._C._Penney

 

http://en.wikipedia.org/wiki/J._C._Penney

 

sito ufficiale:

 

http://www.jcpenney.com/

 

TRADITION  Altro marchio di proprietà della Sears, Roebuck and Co., utilizzò sia il movimento Landeron 4750 (bello il quadrante!) sia il Seiko cal.3302 A, sia il Dynotron (sicuramente il cal. 9154, che era marcato SEARS ROEBUCK Co. sul ponticello della batteria ed il 9158, punzonato con il medesimo logo sul ponte dei ruotismi), e anche l’ESA 9200 nei modelli Lady

 

http://electric-watches.co.uk/makers/tradition/

 

 

TRESSA  Marchio della Tressa Watch Co. / Tressa Lux Catena SA, fondata nel 1966, con sedi a: La Chaux-de-Fonds, Neuveville e Biel (CH). chiusa per fallimento nel 1987, il marchio è stato cancellato e le attività rimanenti rilevate dalla RADO

la Casa era proprietaria anche di altri marchi - alcuni fantasiosi come Delegate, Politician, Interceptor, Swiss Mountainer, oltre a: DESTA (con lo stesso identico logo) e TD TRESSA (con il logo leggermente diverso riportato a lato)

 

visto modello “Electronic” con movt. ESA 9154 su:

 

 http://uhrforum.de/gruendung-des-clubs-der-tressa-freunde-ctf-t73668-3

 

per motivi che non ho ancora accertato la Carronade(vedi) aveva un logo uguale alla Tressa: se ne parla (a proposito di modelli diver di aspetto molto simile) nel forum:

 

http://forum.tz-uk.com/showthread.php?176262-Vintage-Dive-Watches-Tressa-Carronade-Desta-Ulysse-Nardin

 

 

 

TYPE  visto un "Electronic" con movimento LIP R 184 ed il logo di cui sopra, non ne individuo con certezza la proprietà

il marchio risulta registrato da:

- Degumois & Cie. SA, La Chaux-de-Fonds (CH)

- Maîtres Frères & Ruedin, Le Noirmont (CH), 1899 [ il logo registrato è differente, in        caratteri maiuscoli scritti in obliquo contornati da un cerchio]

- Reconvillier Watch Co., Reconvillier (CH), 1921 [preesistente come  Société d'Horlogerie de Reconvilier, diretta da Georges Ruedin dal 1902, e poi dai figli André e Jean-Robert]

- SA Manifacture Français d’Armes et Cycles de Saint-Etienne, St. Etienne (F), 1929  [dovrebbe avere prodotto solo parti e movimenti – il logo registrato ha caratteri molto  diversi]

 

sulla famiglia Ruedin si legge:

 

http://www.diju.ch/f/notices/detail/7019

 

su Maîtres Frères:

 

http://www.chronologie-jurassienne.ch/fr/004-ALPHABET/Industries/Diverses/Maitre-Le-Noirmont.html

 

visto un subacqueo con l’identico logo di cui all’intestazione nel Forum:

 

http://www.orologiko.it/forum/viewtopic.php?t=21986

 

(anche qui non si risale con sicurezza al produttore del pezzo)

 

orologi-elettrici è su TWITTER:

 

per la navigazione seguire l'indice principale in alto ed i sottoindici a sinistra

 

cliccando sulla foto del Megasonic sopra il titolo si torna alla homepage

 

si può anche andare direttamente alla mappa del sito:

 

cliccare in basso a sinistra (nella fascia blu subito sopra il ©)

 

oppure qui sotto (si apre un'altra finestra)

utilizzando i vari links si apre un'altra pagina o si viene spostati su quella che viene richiamata nell'indirizzo (a seconda delle Vostre impostazioni)

in quest'ultimo caso per tornare indietro utilizzate l'apposito tasto del browser (anche, il "back" della tastiera, oppure alt + freccia sinistra se usate Chrome)

per essere sicuri di aprire il link in una nuova pagina ("scheda" o "finestra") cliccatevi sopra con il tasto destro del mouse ed utilizzate l'opzione corrispondente 

sTO CARICANDO LE PAGINE E LE IMMAGINI UN PO' PER VOLTA

LA TRATTAZIONE DI MOLTI ARGOMENTI E' ANCORA DA COMPLETARE

IL CONTENUTO E' SOGGETTO A MODIFICHE O REVISIONI

CERCHERO' DI DARE CONTO DEI PROGRESSI NELLA PAGINA "CRONOLOGIA" E SU TWITTER

abbreviazioni usate nel testo (autori e fonti):

 

DO = Doensen, “Watch. History of the modern wristwatch” /

doensen.home.xs4all.nl

EL = electric-watches.co.uk

EK = “Elektrik am Handgelenk”

GW = “Complete Price Guide to Watches” 

CW = crazywatches.pl

KN = hknebel.org

HW = hwynen.de

EW = “Electrifying the wristwatch”

RW = "The electric watch repair manual"

EU = "Elektrische und elektronische Uhren"

Stampa Stampa | Mappa del sito
© 2014 - 2017 - F.B.S., Torino, Italia - www.orologi-elettrici.it

questo è un sito amatoriale, senza fini pubblicitari o di lucro
sono state inserite soltanto fotografie scattate personalmente dall'autore o per le quali - se non di pubblico dominio - l'autore ha avuto espressa autorizzazione alla pubblicazione
non vi è alcun collegamento con Case produttrici, rivenditori, distributori e/o relativi marchi