OROLOGI ELETTRICI
OROLOGI ELETTRICI

PRODUTTORI/MARCHI (alfabetico)

 

 

- B -

 

BARRETT  Marchio registrato a nome: Benrus Watch Co., NY (USA),La Chaux-de-Fonds (CH) . per quanto ci interessa viene segnalato un raro modello “Super Barrett Quartz” con movimento Golay FB 7723

 

http://www.crazywatches.pl/record-golay-fb7743-mquartz-1972

 

BAUME  Visto un "Electric" di questa marca con il Landeron 4750 

non sono riuscito a chiarire la titolarietà del marchio (indipendente rispetto a Baume & Mercier, anche se forse "fondato" da qualcuno della Famiglia Baume svizzera)

sono, comunque, persuaso che sia inglese: ho visto altri orologi con movimenti di diversi produttori elvetici (anche, p.es. Longines) e la cassa invariabilmente "Made in England"

 

ho riportato gli appunti delle mie ricerche nella pagina iniziale di produttori - marchi

 

BAUME & MERCIER   Nel 1970 presenta il Tronosonic con movimento ESA 9162 (cal. BM 19162), forse è la prima Casa ad utilizzarlo. Monta poi anche il cal. ESA 9164 day/date (cal. BM 19164), ed il cal. 9210 per il cronografo cal. BM 19210

 

http://electric-watches.co.uk/makers/baume-and-mercier/

 

http://www.crazywatches.pl/baume-mercier-bm19164-tronosonic-1970

 

http://www.hknebel.org/Uhren/html/baume_mercier.html

 

sito ufficiale:  http://www.baume-et-mercier.it/home.html

 

B&M cal. 19164 (ESA 9164)
MOSABA ESA cal. 9162

il MOSABA incassato da Baume & Mercier si distingue dal movimento di fornitura ESA (a parte l'etichetta) per la doratura dei trimmmer di regolazione, come evidenziato dai circoletti

 

Referenze modelli B&M TRONOSONIC

 

cal. 19162 date = ESA 9162

cal. 19164 day/date = ESA 9164

referenze a me note (in neretto quelle degli esemplari nella fotogallery):

5100 lunetta zigrinata fondello chiuso a vite poligonale cassa acciaio quadrante colore brunito indici applicati (solo data)

5101 lunetta zigrinata fondello chiuso a vite poligonale cassa acciaio quadrante bianco secondi a rotaia indici in numeri romani day/date

5101 quadrante argenté lunetta zigrinata fondello chiuso a vite poligonale cassa acciaio day/date  bracciale acciaio

5102 come 5101 ma solo data - fondello chiuso a vite poligonale cassa acciaio quadrante bianco secondi a rotaia indici in numeri romani

5103 cassa acciaio lunetta zigrinata fondello chiuso con 4 viti quadrante bianco secondi a rotaia indici in numeri romani day/date (anche quadrante blu con bracciale acciaio)

5104 cassa acciaio “cushion”, fondello a vite 6 tacche, quadrante argenté, indici a bastone applicati, solo data

5104 marcato Bucherer: cassa acciaio “cushion”, fondello a vite 6 tacche, quadrante argenté, indici a bastone applicati, solo data (probabilmente placcato oro dalla stessa Bucherer, come il 5108)

5105 cassa acciaio “cushion”, fondello a vite 6 tacche, quadrante bianco secondi a rotaia indici in numeri romani, day/date

5107 cassa ovettone acciaio fondello chiuso a pressione, quadrante con corona argenté e indici in numeri romani, centro blu, day/date (vedi pubblicità del 1973 con bracciale in acciaio ref. 19)

oppure: centro nero (corona bianca con numeri romani o con indici a bastone serigrafati)

5108 cassa acciaio quadrante blu, indici applicati argento, fondello chiuso con 4 viti, solo data

5108 marcato Bucherer (identico al precedente ma con cassa placcata oro)

5109 1 cassa acciaio quadrante argenté, indici applicati a bastone, fondello 4 viti, bracciale, day/date

5109 cassa acciaio quadrante antracite, indici applicati a bastone,  fondello 4 viti, day/date (anche quadrante blu)

5110 cassa acciaio, fondello chiuso a vite con tacche, quadrante blu, indici applicati a bastone, solo data

5111 day/date identico al precedente (visto con quadrante argenté)

 

5200 cronografo in acciaio (calibro 19210 = ESA 9210)

 

25111 cassa tonda placcata oro 20 micron  fondello a vite con tacche, quadrante bianco, indici in numeri romani serigrafati neri, day/date

25111 anche con quadrante blu o dorato ed indici applicati

31002 cassa oro (stessa forma del 5108 e 5109) fondello chiuso con 4 viti quadrante blu, indici applicati, day/date

sempre 31002, uguale ma solo data e quadrante dorato (vedi pubblicità del 1972)

31009 cassa tonda oro, bracciale oro ref. 423 (vedi pubblicità del 1972)

31010 cassa cushion in oro con parte superiore lavorata guilloché, fondello con 4 viti

41000 cassa oro cushion, vetro ovale, quadrante oro o bianco con indici in numeri romani e secondi a rotaia, fondello chiuso con 4 viti, solo data   (vedi pubblicità del 1972)

41003 cassa TV in oro, quadrante oro / bracciale oro ref. 423, indici applicati, day/date (vedi pubblicità del 1972)

483611 cassa TV in oro, quadrante oro / bracciale oro, indici applicati, day date

 

- versione da tasca, forma a goccia, visto su pubblicità in oro giallo, day/date (finestra ad ore tre), non conosco la referenza

30400 versione da tasca, forma a goccia,  quadrante bianco con numeri romani in nero e secondi a rotaia, day/date (finestra ad ore sei)

- versione da tasca, forma a goccia, visto in un’asta di Christie’s in oro bianco, quadrante grigio o oro bianco, indici a bastone day/date (finestra ad ore 6), non conosco la referenza

 

 

B&M Tronosonic - pubblicità del 1972
B & M Tronosonic - pubblicità del 1973

BAYLOR   Marchio della Gioielleria Zales di Dallas, Texas, dal 1924 (montava anche movimenti della Heuer);  nei primi anni ‘60 produsse orologi con il Landeron 4750, dal 1970 con l’ESA 9154

 

http://electric-watches.co.uk/makers/baylor/

 

 

BELFORTE  Marchio della Benrus, utilizzò il movimento LIP R 148

alcuni orologi hanno il fondello trasparente, esiste anche un modello scheletrato tipo “spaceview”, con marchio ed indici sul vetro - del tutto simile allo "squelette" prodotto dalla Casa francese con il proprio marchio 

visto anche modello da tasca, sempre con il cal. LIP R 148

 

http://electric-watches.co.uk/makers/belforte/

 

http://www.crazywatches.pl/lip-r148-belforte-spaceview-electric-1962

 

BENEDICT  Visto modello “Electric” con movt. Landeron 4750 ed il logo di cui sopra

 

Trovata una registrazione del marchio a nome “Leon Zuckermann / Benedict Watch” (La Chaux-de-Fonds, 1930), nessun’altra notizia

 

Non dovrebbe avervi nulla a che fare l’americano Charles Benedict, fondatore della “Waterbury  Clock Co.” nel 1857, divenuta poi “United States Time Corporation” (Timex) nel 1944

 

 

BENRUS  Il nome della Casa deriva da quello di uno dei tre fratelli che la fondarono nel 1921, Benjamin Lazarus. All’epoca era il terzo produttore di orologi degli Stati Uniti dopo Hamilton e Bulova.

 

Produsse modelli che montavano il Landeron 4750, il LIP 148/184, anche con fondello trasparente (EK cita in particolare il modello “Electronic Mark IV”) e l’ESA Dynotron, utilizzandoli anche nei propri sottomarchi Belforte e Sovereign.

secondo EK utilizzò anche l'ESA 9200 "frontronic"

documentato l'uso del LIP R 27

proprietaria del marchio "Q Watch", che p.es. compare sul ponticello batteria di  un esemplare incassato a nome Benrus con movimento Lip R 148 e fondello a vista, come dalle ultime due immagini della galleria 

probabilmente suo anche il marchio a forma di diamante con la cifra 60 al centro (ultima immagine) che compare, unitamente alla dicitura "by Benrus - Electronic" sopra ore 6,  su un modello abbastanza diffuso negli USA, con i calibri LIP R 148/184 (anch'essi con la scritta "Q Watch" sul ponticello della batteria) e denominato "Diamond 60" 

 

Nel 1977 la Casa fallì, il marchio fu poi rilevato negli anni '80 dalla CLINTON, che divenne poi HAMPDEN Corporation (tutt'oggi esistente: vedi)

 

http://electric-watches.co.uk/makers/benrus/

 

http://www.crazywatches.pl/benrus-electronic-esa9154-1970

 

BERTMAR  Visto in vendita su di un sito canadese modello “Electronic” con movimento Porta-PUW 2502 elettronico a bilanciere controllato da transistor (day/date)

bella cassa cromata a forma "disco volante" (o: UFO)

probabilmente marchio della “People’s Credit Jewellers Ltd”, catena di gioiellerie fondata nel 1948 da Frank Gerstein in Ontario (secondo quanto ho letto la denominazione deriva dal nome dei suoi figli, BERTrand e MARvin)

 

BETINA  Marchio della A. Houriet-Nicolet & Cie / Montres Betina / Fabrique d'Horlogerie Betina, fondata nel 1947 a Tramelan (CH)

 

visto modello  marcato "Swissonic" con il Dynotron ESA 9154

 

utilizzò il movimento Record-Golay FB 7723 (elettronico a bilanciere controllato da quarzo), come da esemplare nella galleria

 

BIFORA  Marchio non più esistente di proprietà della Compagnia tedesca J. Bidlingmeier, fondata nel 1900 a Schwäbisch Gmünd

Produsse in proprio i  movimenti cal. B 10 e B 11, elettrici a bobina mobile con controllo a contatto (si veda: "i vari calibri, A) - 7") e B 12, elettronico a bilanciere controllato da quarzo (D) - 5 )

qui a lato la marcatura dei calibri

 

http://electric-watches.co.uk/makers/bifora/

 

http://www.hwynen.de/bifora.html

 

ottime foto, anche del movimento, di un Dugena cal. Bifora B11 alla pagina:

 

http://www.crazywatches.pl/bifora-b11-electric-1971

 

BIRKS  Gioielleria di Montreal dal 1879, ora catena di negozi in tutto il Canada

 

modelli “Electronic” e  “Swissonic” con movt. ESA 9154 e 9157/9158

 

 

http://www.maisonbirks.com/en/his/his-watches

 

BLANCPAIN  Secondo EK utilizzò il Landeron 4751

 

sito ufficiale – storia: http://www.blancpain.com/en/history

 

Ernest BOREL  Jules Borel, Neuchâtel, 1856. Landeron 4750

 

Sito ufficiale:  http://www.ernestborel.ch/en/index.php

 

 

BOUCHARD  vedi: André BOUCHARD

BOUCHÉ GRONDIN  Marchio di cui non sono riuscito ad accertare la titolarità, apposto sull' "Electronic" raffigurato nella galleria (animato dal Dynotron ESA 9154)

 

BREIL  (già BREIL OK, oggi Breil Milano) , marchio del Gruppo Binda, nato con l’apertura del  negozio di orologeria di Innocente Binda nel 1906 a Besozzo sul Lago Maggiore e poi a Milano. proprietario anche di altri marchi storici come Vetta / Wyler-Vetta, e, in tempi più recenti, D&G e Breil Tribe

il marchio è nato nel 1942, diventando noto negli anni ’70 con la collezione “Manta”, rilanciato in grande negli anni ’90 con la campagna “toglietemi tutto ma non il mio Breil” (tutti sicuramente si ricorderanno dello slogan, o, quantomeno, di Charlize Theron)

visto modello “electric” con il calibro Porta-PUW 1001 su:

 

http://orologi.forumfree.it/?t=33042428

 

per la storia si può leggere:

 

http://it.wikipedia.org/wiki/Gruppo_Binda 

 

e, anche, sul sito ufficiale:

 

http://www.breil.com/it/it_IT/about-storia

 

 

BRUNEX  marchio da cercare . visto modello elettronico movt. non noto

 

BUCHERER Gioiellieri svizzeri con Sede a Lucerna dal 1888, oggi sono una catena presente anche in Germania, Austria e Francia.

La Casa venne fondata da Carl F. Bucherer, il cui figlio Ernst, nel 1924, strinse un accordo con Hans Wilsdorf, fondatore della Rolex, per la distribuzione degli orologi di questa marca,  allora esitente da poco.

I due marchi sono rimasti partner commerciali, il nome Bucherer viene spesso associato a quello della Rolex.

Produsse un modello “Electronic” con l’ESA 9150, anche nella versione certificata cronometro ("Electronic Chronometer")

visti anche esemplari con i calibri ESA 9154 e 9157

Utilizzò il Mosaba della Baume & Mercier siglando i quadranti col proprio marchio (a ore 12) e riportando la scritta "B&M Tronosonic" sopra ore 6.

ho anche documentazione di un modello "Electric" con il movt. Landeron 4750 (con vite eccentrica per la regolazione fine, non so su quanti rubini, stranamente non ha alcuna indicazione sul ponte del bilanciere)

 

http://www.hknebel.org/Uhren/html/tronosonic.html

 

sulla storia della Casa si può leggere: 

 

http://de.wikipedia.org/wiki/Bucherer_Gruppe

  

sito ufficiale:

 http://www.bucherer.com/en/product-range-and-inspiration/watches/product-range.html

 

E. BUCHERER  Visto in asta modello “electronic”  con il Dynotron ESA 9154 ed il logo di cui sopra. Secondo le indicazioni del venditore il  marchio indicherebbe il nome di Ernst Bucherer;  l’orologio è altrimenti piuttosto anonimo e non riporta sul fondello diciture particolari. Il fatto pare strano, starebbe ad indicare l’esistenza di una linea di vendita “parallela” a quella del più famoso marchio di gioielleria fondato da Carl F. Bucherer

C’è anche la possibilità l’abbreviazione si riferisca invece ad  Erich Bucherer, nome che viene associato al marchio Ordiam ed alla catena di orologeria tedesca Christ

Non ho trovato notizie definitive sul punto

 

Se si vuole leggere a proposito della “Christ Juweliere und Uhrmacher” di Monaco di Baviera si può andare su:

 

http://de.wikipedia.org/wiki/Christ_(Juwelier)

 

oppure visitare il sito ufficiale:

 

http://www.christ.de/

 

 

BULOVA    Non necessita presentazioni

 

per la storia vedere:  http://doensen.home.xs4all.nl/s2.html

 

per calibri e modelli:

 

http://electric-watches.co.uk/makers/accutron/

 

http://members.iinet.net.au/~fotoplot/acc.htm

 

http://www.elektron.demon.co.uk/accutron.html

 

http://www.hknebel.org/Uhren/Hersteller/Bulova/BStimmgabel/bstimmgabel.html

 

per il funzionamento:

 

http://www.richardkunze.de/st_000.htm

 

qualche modello smontato  (214 spaceview e spaceview conversion, 230 e 221) si può vedere su:

 

http://www.crazywatches.pl/bulova-214-spaceview-accutron-1960

 

http://www.crazywatches.pl/bulova-214-spaceview-conversion-accutron-1966

 

http://www.crazywatches.pl/bulova-230-accutron-1970

 

http://www.crazywatches.pl/bulova-221-accutron-1973

 

 

i links sono innumerevoli, moltissimi gli appassionati ed anche i siti ed i fora dedicati

 

sito ufficiale: http://www.bulova.com/

 

nella galleria alcuni esemplari da polso di diversi calibri

 

le ultime foto sono di un raro “modello 256" cal. 2180

 [© Moonwatch 72 - by courtesy]

 

infine un modello da tavolo 

 

BUREN   Buren Watch Co., sede operativa svizzera della H. Williamson Ltd (UK) dal 1899 al 1932, quindi acquistata e gestita dai dipendenti fino alla vendita ad Hamilton nel 1966. cessa la produzione nel 1972. modello “electric” col Landeron 4750 (bel quadrante), poi ESA Dynotron

visto anche con il movt. Standard Time Corp. 130E

 

Note storiche su:

 

http://mb.nawcc.org/showwiki.php?title=Buren_Watch_Co

 

BUSER    Buser Fréres & Cie, 1893; primo stabilimento a Niderdorf nel 1916 (da cui l’altro suo  marchio Nidor - vedi), fusasi poi nella MSR (Revue)

utilizza il Lip R 148

suo anche il marchio Hilton (vedi)

 

notizie storiche nel forum:

 

http://orologi.forumfree.it/?t=8605382

 

 

BUTEX  Marchio della BWC, Buttes Watch Company (vedi)

secondo EK avrebbe montato l’ESA 9154

 

BWC   Buttes Watch Company, 1924 Arthur Charlet, Buttes (Cantone Neuchâtel), tuttora esistente (era suo anche il marchio BUTEX). Dal 1967 utilizza diversi movimenti elettromeccanici a partire dal Dynotron (sicuramente l’ESA 9154 nel modello "TransiTronic" - secondo EK utilizzò anche il cal. 9150 e l'ESA 9200 "frontronic")

qui sotto le immagini di due esemplari del "TransiTronic quartz" cal. ESA 9181 (il primo, in codizioni NOS, ha un quadrante molto particolare)

 

http://www.bwc-swiss.de/de/index_en.html

 

sito ufficiale / storia:

 

http://www.bwc-swiss.de/de/history_en.html

 

orologi-elettrici è su TWITTER:

 

per la navigazione seguire l'indice principale in alto ed i sottoindici a sinistra

 

cliccando sulla foto del Megasonic sopra il titolo si torna alla homepage

 

si può anche andare direttamente alla mappa del sito:

 

cliccare in basso a sinistra (nella fascia blu subito sopra il ©)

 

oppure qui sotto (si apre un'altra finestra)

utilizzando i vari links si apre un'altra pagina o si viene spostati su quella che viene richiamata nell'indirizzo (a seconda delle Vostre impostazioni)

in quest'ultimo caso per tornare indietro utilizzate l'apposito tasto del browser (anche, il "back" della tastiera, oppure alt + freccia sinistra se usate Chrome)

per essere sicuri di aprire il link in una nuova pagina ("scheda" o "finestra") cliccatevi sopra con il tasto destro del mouse ed utilizzate l'opzione corrispondente 

sTO CARICANDO LE PAGINE E LE IMMAGINI UN PO' PER VOLTA

LA TRATTAZIONE DI MOLTI ARGOMENTI E' ANCORA DA COMPLETARE

IL CONTENUTO E' SOGGETTO A MODIFICHE O REVISIONI

CERCHERO' DI DARE CONTO DEI PROGRESSI NELLA PAGINA "CRONOLOGIA" E SU TWITTER

abbreviazioni usate nel testo (autori e fonti):

 

DO = Doensen, “Watch. History of the modern wristwatch” /

doensen.home.xs4all.nl

EL = electric-watches.co.uk

EK = “Elektrik am Handgelenk”

GW = “Complete Price Guide to Watches” 

CW = crazywatches.pl

KN = hknebel.org

HW = hwynen.de

EW = “Electrifying the wristwatch”

RW = "The electric watch repair manual"

EU = "Elektrische und elektronische Uhren"

Stampa Stampa | Mappa del sito
© 2014 - 2017 - F.B.S., Torino, Italia - www.orologi-elettrici.it

questo è un sito amatoriale, senza fini pubblicitari o di lucro
sono state inserite soltanto fotografie scattate personalmente dall'autore o per le quali - se non di pubblico dominio - l'autore ha avuto espressa autorizzazione alla pubblicazione
non vi è alcun collegamento con Case produttrici, rivenditori, distributori e/o relativi marchi