OROLOGI ELETTRICI
OROLOGI ELETTRICI

PRODUTTORI / MARCHI (alfabetico)

 

 

- W -

 

 

WAKMANN  Wakmann Watch Co., società fondata nel1948 a New York da Icko Wakmann, immigrato negli Stati Uniti dalla Russia nel 1943 e scomparso nel 1981. All’inizio attiva come importatrice di marchi di prestigio, perlopiù svizzeri (come p.es. Breitling,  i cui cronografi venivano spesso venduti con la doppia firma “Breitling Wakmann”), divenne anche produttrice in proprio, utilizzando principalmente movimenti cronografici della Valjoux.  Mantenendo elevata la qualità dei propri prodotti riuscì ad assicurarsi forniture militari di orologi da polso e strumenti di bordo per le forze armate americane. Il nome viene anche associato alla Gigandet,  forse per una qualche forma di collaborazione. Attualmente risulta marchio di proprietà della “Teddy Bear Group Ltd.”

Visto un bell’esemplare con movimento Landeron 4750

anche con LIP 148 e fondello trasparente

 

WALL WATCH  Marchio non trovato.  Visto esemplare con il Landeron 4751 sul blog:

 

http://forumamontres.forumactif.com/t123091-comment-fonctionnait-ce-mouvement

 

il quadrante è quasi identico a quello del prototipo visibile alle voci ESA e Landeron (sotto: produttori-marchi)

 

 

 

WALTHAM  Waltham Watch Company, fondata nel1850 a Waltham, Mass., fra i maggiori produttori americani di orologi, costituì una sussidiaria in Svizzera nel 1954.

 

Per i suoi orologi elettrici utilizzò diversi movimenti, il Landeron 4750 nell’”Electric” (davvero molto particolare - e ricercato - per il disegno dell’atomo sul quadrante), il LIP R 148/184 nell’”Electrodyne”, facendone anche una versione “spaceview”,  il PUW 3000 (Lady), il Dynotron nell’”Electrodyne Swissonic”

EK segnala che utilizzò il movimento a bilanciere controllato da quarzo Porta-PUW cal. 5000

un bel modello Waltham-LIP subacqueo è visibile sul forum:

 

http://www.thedivewatchconnection.com/forum/viewtopic.php?f=69&t=23670

 

per un quadro generale:

 

http://electric-watches.co.uk/makers/waltham/

 

sono moltissimi i siti riguardanti il marchio, per la storia si può cominciare da:

 

http://en.wikipedia.org/wiki/Waltham_Watch_Company

 

sito di appassionati:   http://www.waltham-community.org/WalthamWatch.html

 

dedicato alla fabbrica Waltham:  http://www.walthamwatchfactory.com/history

 

riguardante il museo della Waltham:   http://www.walthammuseum.com/

 

il sito ufficiale è:  http://www.waltham.ch/  ma per visitarlo occorre chiedere l’accesso

 

 

WEDGEFIELD  Marchio della Hanowa (Hans Noll Watches), Biel (CH) 1961 (oggi esistente come  HW Swiss Military). Modello  con il calibro Junghans 600.11

 

http://electric-watches.co.uk/makers/wedgefield/

 

sito ufficiale Hanowa / storia: http://www.hanowa.ch/Main/About.html

 

 

WESTCLOX  Casa americana dal 1885 (già “United Clock Company”, poi “Western Clock Manufacturing”), cessata nel 2001  

 

utilizzava il Seiko 3302 A, ridenominato cal. D-949, movimento con accesso dal fronte, rimuovendo  il vetro acrilico e la tige tramite una levetta presente fra il quadrante ed il bordo della cassa ad ore 4

coperchietto a vite sul fondello per la sostituzione della batteria.

 

http://electric-watches.co.uk/makers/westclox/

 

per la storia della Casa si può leggere:

 

http://en.wikipedia.org/wiki/Westclox

 

due siti interessantissimo per la completezza delle informazioni sui modelli prodotti dalla Casa:

 

http://clockhistory.com/westclox/

 

http://www.vintagewestclox.com/

 

-=oOo=-

 

nella galleria due esemplari a marchio WESTCLOX animati da calibri SEIKO serie 3300

il primo è funzionante, il secondo è da riparare: l'ho aperto per fotografare il movimento e mostrare il sistema di estrazione della tige (se ne parla sotto: "i vari calibri - C) - elettronici a bilanciere - 4)

 

19 Luglio 2017: nuove foto del secondo esemplare, rimesso in funzione, con vetro nuovo e cinturino vintage (si veda alla pagina "camera operatoria" per altri dettagli)

 

 

WEST END WATCH Fondata nel 1886 da Arnold Charpié, rappresentante a Bombay della Alcide Droz & Sons, Casa orologiera di Saint-Imier (Cantone Berna), aveva come target il mercato indiano. Per i suoi orologi elettrici utilizzò  il Landeron 4750

 

http://electric-watches.co.uk/makers/west-end-watch/

 

notizie storiche su: http://it.wikipedia.org/wiki/West_End_Watch

 

sito ufficiale / storia: http://www.westendwatchco.ch/?p=c

 

 

 

WINTON  Citata da EK per avere montato il Landeron 4751.

Il marchio risulta registrato a New York a nome Louis Adels Co. / Winton Watch Co. dal 1919 e pochi anni dopo Winton-Nicolet Watch Co. Sembra comunque avesse connessioni con la famiglia Ditisheim (Vulcain, Marvin, Titus etc.);  facendo ricerche ho trovato orologi antichi (tasca e polso art déco) marcati Winton con movimento Didisheim.

 

Sul sito della Marvin, nella pagina relativa alla saga dei Ditisheim, si fa cenno a legami col marchio Winton:

 

http://www.marvinwatches.com/brand/history/marvin-family/the-didisheims/

 

 

WITTNAUER   Wittnauer & Cie SA, Genève, 1898. acquistata da Longines negli anni ’50, dal 2001 è della Bulova.

 

ricercato dai collezionisti il modello Electro-Chron (con movimento Landeron 4750), particolarissimo per il design delle sfere, molto originali ed attrattive, e dette "thunderbolt lightning", "striking thunderbolt", o "lightning bolt" (lampo di fulmine, fulmine che colpisce o freccia di fulmine)

 

lo stesso modello fu prodotto anche con quadrante scheletrato e lancette normali

 

utilizzò il Dynotron per l’ “Electronic”

 

http://electric-watches.co.uk/makers/wittnauer/

 

un Electro-Chron smontato ed un “Electronic” ESA 9150 alle pagine:

 

http://www.crazywatches.pl/wittnauer-electro-chron-electric-1962     [* NOTA ]

 

http://www.crazywatches.pl/wittnauer-electronic-esa9150-transistorized-1968

 

altri modelli sono visibili su:

 

http://www.collectorsweekly.com/wristwatches/wittnauer

 

per la storia della Casa si possono leggere:

 

http://it.wikipedia.org/wiki/Wittnauer

 

http://en.wikipedia.org/wiki/Wittnauer

 

http://www.thewatchguy.com/pages/LONGINES.html

 

il sito ufficiale non è raggiungibile da quello della Bulova (che, appunto, è oggi proprietaria del marchio), per vedere l’attuale collezione si può andare su:

 

http://www.allamericanwatches.com/wittnauer_watches

 

 

[ * NOTA un paio d'immagini anche nella galleria - © crazywatches.pl, by courtesy - per gentile concessione ]

 

 

WORLDTIME   Marchio della STOWA. Modello con il Ruhla cal. UMF 25

 

 

 

WYLER / WYLER VETTA 

 

il marchio Wyler risulta registrato a nome della "Fabrique de Montres Wyler SA/Paul Wyler & Cie", Genève/Biel 1925

 

da noi è noto soprattutto soprattutto per essere stato associato a quello “Vetta” del milanese Innocente Binda - fondatore, nel 1906,  di un'azienda di produzione ed importazione di orologi e gioielli (oggi "Binda Italia S.r.l.")

Wyler-Vetta aveva sede a Basilea e Milano

 

il sito ufficiale di Wyler Vetta fa risalire le origini del  marchio al 1896

 

famosissimo per la sua robustezza (dovuta alla forma del bilanciere, brevettata già nel 1932), il modello “Incaflex”  fu anche oggetto di una dimostrazione pubblicitaria a Parigi il 20 dicembre 1956, quando, alla presenza di un notaio, furono fatti cadere dalla Torre Eiffel due orologi Wyler Vetta Incaflex, i quali, dopo un volo di 300 metri, continuarono a funzionare regolarmente (la “performance” fu ripetuta a Seattle dai 180 metri della torre “Space Needle” nel 1962) 

 

al proposito si veda anche alla pagina "Incabloc - Incaflex" (sotto "curiosità")

 

il marchio Vetta (tout-court) è stato rilanciato negli ultimo anni dagli eredi del Gruppo Binda,  che ha poi, recentemente, acquisito la stessa Wyler, ricreando così la "Wyler Vetta"

(nella galleria anche un articolo comparso sul quotidiano "La Stampa" il 28 Maggio 2016)

 

per quanto ci riguarda,  con il marchio Wyler ho visto  un modello “Electronic”(anche in  una pubblicità del 1969),  ed ho notizie di un “Incaflex Electronic” e di un calibro E631 (non so su che base) 

nella galleria un esemplare animato dall’ESA 9154 e fondello trasparente montato di fabbrica (forse modello dimostrativo)

 

a nome Wyler-Vetta ho documentazione di un "Electronic", anch'esso sicuramente con il Dynotron (ma non ho visto il calibro), marcato Wyler sul fondello 

qui sotto un movimento completo di quadrante e sfere (funzionante), marcato Wyler Vetta "Electronic" (ESA 9150, rinumerato WQ 80), ripreso smontato e installato in una cassa compatibile (usata, priva di marchio)

 

-=oOo=-

 

interessantissimo blog con molti  modelli d’epoca:

 

http://70swatchesgallery.wordpress.com/2011/02/21/vetta/

 

due fora riguardante in particolare l’incaflex:

 

http://forums.watchuseek.com/f11/wyler-incaflex-260252.html

 

http://www.offwatch.it/phpBB3/viewtopic.php?t=683&p=9624

 

cenni storici sulla Casa in un articolo:

 

http://www.europastar.com/magazine/features/1000491918-wyler-vetta-44-the-pride-of-the-binda-group.html

 

altre notizie storiche sulla Wyler: http://watch-wiki.org/index.php?title=Wyler/en

 

sito ufficiale della Wyler Vetta / storia: http://www.wylervetta.com/il-marchio/

 

 

orologi-elettrici è su TWITTER:

 

per la navigazione seguire l'indice principale in alto ed i sottoindici a sinistra

 

cliccando sulla foto del Megasonic sopra il titolo si torna alla homepage

 

si può anche andare direttamente alla mappa del sito:

 

cliccare in basso a sinistra (nella fascia blu subito sopra il ©)

 

oppure qui sotto (si apre un'altra finestra)

utilizzando i vari links si apre un'altra pagina o si viene spostati su quella che viene richiamata nell'indirizzo (a seconda delle Vostre impostazioni)

in quest'ultimo caso per tornare indietro utilizzate l'apposito tasto del browser (anche, il "back" della tastiera, oppure alt + freccia sinistra se usate Chrome)

per essere sicuri di aprire il link in una nuova pagina ("scheda" o "finestra") cliccatevi sopra con il tasto destro del mouse ed utilizzate l'opzione corrispondente 

sTO CARICANDO LE PAGINE E LE IMMAGINI UN PO' PER VOLTA

LA TRATTAZIONE DI MOLTI ARGOMENTI E' ANCORA DA COMPLETARE

IL CONTENUTO E' SOGGETTO A MODIFICHE O REVISIONI

CERCHERO' DI DARE CONTO DEI PROGRESSI NELLA PAGINA "CRONOLOGIA" E SU TWITTER

abbreviazioni usate nel testo (autori e fonti):

 

DO = Doensen, “Watch. History of the modern wristwatch” /

doensen.home.xs4all.nl

EL = electric-watches.co.uk

EK = “Elektrik am Handgelenk”

GW = “Complete Price Guide to Watches” 

CW = crazywatches.pl

KN = hknebel.org

HW = hwynen.de

EW = “Electrifying the wristwatch”

RW = "The electric watch repair manual"

EU = "Elektrische und elektronische Uhren"

Stampa Stampa | Mappa del sito
© 2014 - 2017 - F.B.S., Torino, Italia - www.orologi-elettrici.it

questo è un sito amatoriale, senza fini pubblicitari o di lucro
sono state inserite soltanto fotografie scattate personalmente dall'autore o per le quali - se non di pubblico dominio - l'autore ha avuto espressa autorizzazione alla pubblicazione
non vi è alcun collegamento con Case produttrici, rivenditori, distributori e/o relativi marchi