OROLOGI ELETTRICI
OROLOGI ELETTRICI

PRODUTTORI / MARCHI (alfabetico)

 

 

- R -

 

 

RACINE ROYALE  Marchio registrato dalla Julien Gallet & Cie., La Chaux-de-Fonds, 1920

visto esemplare con il Landeron 4750 alla pagina:

 

http://www.thewatchforum.co.uk/index.php?showtopic=44287

 

RADO La Casa risulta fondata a Lengnau (Cantone Berna) nel 1917 e registrata nel 1928 a nome Schlup & Co. SA. Alcune fonti la fanno risalire a tempi anteriori (quantomeno come officina per la produzione di movimenti) . Certo è che fu avviata dai fratelli Fritz, Ernst e Werner Schlup (uno dei quali pare fosse particolarmente appassionato di cavalli, da cui i nomi di molti modelli con il termine “Horse”) e cominciò a farsi un nome dal 1950 circa (utilizzando anche il marchio  “Exacto”). Il logo con l’ancoretta -  particolarmente  vezzoso anche perché su molti modelli venne montato su di un rubino che gli consentiva di ruotare sul quadrante – è della fine degli anni ’50.

 

In Italia fu conosciuta soprattutto a partire dagli anni ’80 con quando presentò i sui modelli ceramici (mi risulta che, in precedenza, il marchio non venisse importato da noi), ma aveva già raggiunto la fama e si era distinta per soluzioni avveniristiche e la ricerca di materiali inscalfibili ( la cassa di forma “turtle” del  Diastar di fine anni ’60 è in carburo di tungsteno).

 

Ricercati e rari i modelli Newtronic e Marstron con l’ESA 9150 e 9154 e gli Electrosonic con l’ESA 9162/9164 – anche con la denominazione “Diastar Electrosonic”. Collaborò con Certina per i modelli Diamaster (introvabili)

 

per gli appassionati del marchio e della storia della Casa sono interessantissime le pagine:

 

http://mike184.beepworld.de/radomodellemodels.htm  (tutti i modelli)

 

http://mike184.beepworld.de/uhrwerkemovements.htm (i diversi movimenti impiegati negli anni)

 

alcuni modelli sono visibili su:

 

http://www.hknebel.org/Uhren/html/rado.html

 

cenni storici su: http://watch-wiki.org/index.php?title=Rado

 

sito ufficiale / storia: http://www.rado.com/en/history.html

 

 

nella galleria un Newtronic (ESA 9150) ed un Electrosonic (ESA 9162) - con il bracciale detto "Liquid Steel" (acciaio liquido) per le particolari maglie molto sottili ed incernierate in maniera tale da farlo sembrare, appunto, un pezzo unico di metallo pieghevole (la cassa è praticamente identica ad alcuni modelli Certina)

 

sotto, visto che se ne parla nel testo, un Diastar (automatico) in condizioni NOS con la sua scatola originale

 

24 Marzo 2017: sono stato autorizzato a pubblicare le foto di un Marstron cal. ESA 9154

molto particolari il colore del dial e la sfaccettatura del vetro

[© masterpemberton2009, by courtesy – per gentile concessione]

 

RALCO  Marchio della MOVADO, probabilmente specifico per il mercato americano

risulta infatti registrato sia a nome di “Roger Armand / Fabriques Movado”, sia della “Movado Watch Agency Inc.”,con sede a New York

visto (in Sudamerica) esemplare “Electric” con movimento Landeron cal 4750

il logo di cui sopra è quello registrato ufficialmente negli Stati Uniti

 

 

RECORD    Record Watch Co. SA, Casa fondata nel  1903, con sedi a Tramelan-Dessus,  Ginevra, La Chaux-de-Fonds e Les Pommerats.

Famoso un modello storico da tasca di forma triangolare e sfere flyback: il “Sector Watch”.

Fu acquistata da Longines nel 1961, alla quale spesso la si associa, anche perché alcuni modelli vennero venduti con il marchio Longines-Record o adottarono calibri Longines (anche se, in linea di massima, la produzione rimase indipendente). Non più attiva

Montò il raro calibro a bilanciere controllato da quarzo Golay FB 7723 (che contribuì a sviluppare e viene spesso chiamato Record-Golay)

 

note storiche e varie foto alla pagina (da non perdere):

 

http://ninanet.net/watches/others09/Mediums/mrecord.html

 

 

REGENT  Visto modello “Electronic” con movimento ESA 9158 su:

 

http://bdwf.net/forum/showthread.php?t=80200

 

non so attribuire la titolarità del marchio, che risulta registrato a più nomi diversi, fra i quali:

- Müller & Schlenker, Schwenningen (D)

- Eigeldinger & Co. SA, La Chaux-de-Fonds

- Regent Uhren e.V., Bielefeld (D)

 

 

 

RELLIAC   Marchio registrato nel 1960 dalla Etablissements Relliac SA, Maiche (F)

visto modello “Electronic” con il LIP R 184 ed il logo con la grafia riportata sopra

(in altri esemplari appare anche con caratteri diversi)

 

 

RENIS GENEVE  Marchio registrato nel 1958 dalla Aetos Watch SA (vedi)

 

visto con il logo di cui sopra un “Electronic” con movimento Dynotron (non mi è noto quale calibro)

 

 

 

REVUE  Marca piuttosto nota, la “Société d' Horlogerie à Waldenburg” fu fondata nel 1853 nel Cantone Jura. Forma il Gruppo MSR (Manufactures d’Horlogeries Suisses Réunies) nel 1961. Oggi “Revue Thommen”.

 

Utilizzò il  Lip R 148 / R 184

 

sito ufficiale /  storia:  http://www.revue-thommen.ch/en/history/

 

cenni storici alle pagine:

 

http://en.wikipedia.org/wiki/Revue_Thommen

 

http://www.cjbalm.com/watches/watch-revue-thommen-history.htm

 

per la storia del gruppo MSR:

 

http://watch-wiki.org/index.php?title=Manufactures_d%E2%80%99Horlogerie_Suisse_R%C3%A9unis_SA_(MSR)

 

 

RICHARD  Richard SA, Morges, Cantone Vaud (CH)

 

non mi è nota la data di fondazione (comunque non ha nulla a che vedere con Jean Richard o Jeanrichard, tuttora esistente)

 

se ne parla per esempio nel Forum:

http://forum.horlogerie-suisse.com/viewtopic.php?t=20909&p=209246 

 

venne acquistata da Longines nel 1978, modificando la denominazione in Columna & Richard SA (che risulta registrata a Losanna nel 1979), e poi chiusa nel 1986 

 

per quanto ci interessa ho visto un modello “Electric” con cal. Landeron 4750

 

 

RICOH  Vedi Hamilton, Standard Time Corp. e Hamilton-Ricoh

 

il calibro Ricoh 555E corrisponde allo St.Time Corp. 130E

 

 

per maggiori dettagli e foto di alcuni esemplari si può leggere:

 

http://electric-watches.co.uk/makers/hamilton/hamilton-ricoh/

 

Oggi è un gruppo multinazionale nel campo dell’elettronica (ma non mi risulta che produca ancora orologi o componenti). Facendo una ricerca per immagini alla voce “ricoh vintage watch” si possono trovare numerosi modelli prodotti in passato

 

ho caricato l'immagine di un Ricoh alla pagina "a proposito del quarzo"

 

sito ufficiale / storia:  https://www.ricoh.com/about/company/history/

 

 

ROAMER  Casa svizzera di Solothurn fondata nel 1888 da Fritz Meyer, tuttora esistente ed indipendente. Sono ricercati i modelli “Electronic 606” con l’ESA 9150 (ridenominato cal. MST 916), p.es. il “Searock Electronic 612”, ed il “Mustang” (sul quale EK documenta l'utilizzo anche del calibro 9154)

particolarissimo il modello subacqueo "Rockshell MK6 Electronic" con corona ad ore 12 (EK ne pubblica una foto a pag. 128)

 

storia e modelli in un bellissimo blog:

 

http://roamer-watches.info/ , ivi compresa tabella di corrispondenza della numerazione dei calibri:

 

http://roamer-watches.info/foreign.shtml

 

in particolare i modelli:

 

SEAROCK: http://roamer-watches.info/features/MST916/1/gallery.shtml

 

MUSTANG: http://roamer-watches.info/features/MST916/2/gallery.shtml

 

(entrambi con il cal. MST 916 = ESA 9154)

 

altri modelli alla pagina:

 

http://www.hknebel.org/Uhren/html/stimmgabel1.html

 

sito ufficiale / storia della Casa: http://roamer.ch/en/the-brand/history.html

 

 

ROBERTA   Roberta-Uhrenfabrik, fondata da Robert Kauderer a Pforzheim (D) nel 1951

 

nel 1964 aprì una dipendenza alle Isole Vergini ed un ufficio a New York (collaborazione con la Standard Time Corp.?), e nel 1978 acquisì la Benrus. Entrambe le aziende sono state poi chiuse per fallimento nel 1981-1982 

 

visto modello “Electric”,  con movimento Porta-PUW cal. 1001

documentato l'utilizzo del calibro Porta-PUW 2500 in un modello "Electronic"

EK segnala che utilizzò il movimento a bilanciere controllato da quarzo Porta-PUW cal. 5000

 

 

RODANIA  1930 Lengnau, Fam. Baumgartner. è soppravvissuta alla rivoluzione del quarzo grazie a capitali belgi (la Casa era divenuta leader nel Benelux).

visti esemplari con l’ESA 9154 e modello "Rodectron" con movimento Landeron cal. 4750

 

cenni storici su: http://en.wikipedia.org/wiki/Rodania

 

sito ufficiale: http://rodania.com/

 

 

ROEN   visto modello “Swissonic” con l’ESA 9154. non sono riuscito a risalire all’origine del marchio (esiste RONE, ma non penso che c’entri)

 

da una ricerca per immagini trovo un automatico con il logo qui a lato

vengo poi a sapere che doveva trattarsi di un marchio italiano degli anni 60-70 (legato anche a Vintan e Vintas), per la precisione di Perugia, ove si producevano le casse e si assemblavano gli orologi montando movimenti svizzeri

 

 

 

ROTARY La Rotary Watch Ltd fu fondata da Maise Dreyfuss nel 1895 a Chaux-de-Fonds e dopo pochi anni cominciò ad importare orologi in Gran Bretagna, divenendo poi fornitore della British Army.

 

Nel 1961 circa incassò il primo movimento elettrico svizzero, il Landeron 4750.

Utilizzò anche il Dynotron (ESA 9150, 9154)

 

http://electric-watches.co.uk/makers/rotary/

 

sito ufficiale / pagina dedicata ai modelli d’epoca:

 

http://www.rotarywatches.com/en/about/rotary-vintage-museum

 

 

ROYAL DINASTY    Probabilmente marchio di distribuzione francese (?), non ne ho potuto appurare con certezza la provenienza. Ho visto un modello “Electronic” marcato “swiss made” (dynotron?)

 

 

ROYCE  Kocher, Sylvan & Cie SA + Eska MFG Co, Grenchen/Selzach (CH) e Baltimora, USA. Fondata nel 1922 col nome ESKA, importata negli anni ’20 da Walter Kocher, NY, il Marchio Royce fu registrato nel 1951.

 

Monta il Landeron 4750 poi il Dynotron, p.es. modello “swissonic” con l’ESA 9154 inserito in un “modulo” separabile dalla cassa.

 

Interessante pagina su Royce ed Eska in un forum:

 

http://forums.watchuseek.com/f11/please-help-me-identify-production-date-royce-140106.html

 

 

RUHLA  UMF Ruhla, calibri 25 e 26: vedi sezione movimenti, A4.

 

per la storia del marchio (che era prodotto nella Germania Est) si possono leggere:

 

http://ostalgieruhla.wordpress.com/short-history-of-ruhla-watches/

 

https://watch-wiki.org/index.php?title=VEB_Uhren_und_Maschinenfabrik_Ruhla

 

la denominazione completa della Casa era: "VEB Uhren und Maschinenkombinat Ruhla", in cui la sigla VEB sta per "Volkseigener Betrieb" (azienda di proprietà del popolo) e "Kombinat" la denominazione di un gruppo di imprese nella struttura economica di stampo sovietico dell'ex-Germania Est

 

appartenevano alla RUHLA, fra gli altri, i marchi: CHAMPION,  ASEIKON, EUROCHRON

 

credevo vi fosse legato anche  MEISTER-ANKER - che, invece, era di proprietà della Casa di vendita per corrispondenza tedesca QUELLE (vedi)

 

interessantissima la seguente pagina, sulla quale si possono vedere numerosi esemplari elettrici UMF RUHLA, sia del cal. 25 sia del 26, in diverse varianti:

 

https://watch-wiki.org/index.php?title=Benutzer:Fuchsgiro/Ruhla_Electric

 

sul seguente Forum (in Italiano) un articolo veramente illuminante a proposito dello sviluppo ed esportazione dei calibri RUHLA elettrici: 

 

http://kronos.freeforums.org/lafayette-u-h-f-electric-comunista-in-incognito-t4241.html

 

-=oOo=-

 

qui sotto due cal. 25 UMF Ruhla, il primo incassato con il marchio CHAMPION, il secondo, marcato ERMI (vedi), montato su di un RUHLA "Electric" che probabilmente era "nato" con un calibro UMF Ruhla 26: lo si può supporre dalla forma del fondello con una sporgenza in corrispondenza della batteria (la si nota sui vari modelli con questo movimento visibilli al link riportato sopra - a differenza di quelli con il cal. 25)

ho aggiunto, come "curiosità storica", un movimento al quarzo cal. 28 - il primo che venne prodotto in Germania Est, nel 1977 (ne parlo alla pagina: "a proposito del quarzo ed altre storie")

 

orologi-elettrici è su TWITTER:

 

per la navigazione seguire l'indice principale in alto ed i sottoindici a sinistra

 

cliccando sulla foto del Megasonic sopra il titolo si torna alla homepage

 

si può anche andare direttamente alla mappa del sito:

 

cliccare in basso a sinistra (nella fascia blu subito sopra il ©)

 

oppure qui sotto (si apre un'altra finestra)

utilizzando i vari links si apre un'altra pagina o si viene spostati su quella che viene richiamata nell'indirizzo (a seconda delle Vostre impostazioni)

in quest'ultimo caso per tornare indietro utilizzate l'apposito tasto del browser (anche, il "back" della tastiera, oppure alt + freccia sinistra se usate Chrome)

per essere sicuri di aprire il link in una nuova pagina ("scheda" o "finestra") cliccatevi sopra con il tasto destro del mouse ed utilizzate l'opzione corrispondente 

sTO CARICANDO LE PAGINE E LE IMMAGINI UN PO' PER VOLTA

LA TRATTAZIONE DI MOLTI ARGOMENTI E' ANCORA DA COMPLETARE

IL CONTENUTO E' SOGGETTO A MODIFICHE O REVISIONI

CERCHERO' DI DARE CONTO DEI PROGRESSI NELLA PAGINA "CRONOLOGIA" E SU TWITTER

abbreviazioni usate nel testo (autori e fonti):

 

DO = Doensen, “Watch. History of the modern wristwatch” /

doensen.home.xs4all.nl

EL = electric-watches.co.uk

EK = “Elektrik am Handgelenk”

GW = “Complete Price Guide to Watches” 

CW = crazywatches.pl

KN = hknebel.org

HW = hwynen.de

EW = “Electrifying the wristwatch”

RW = "The electric watch repair manual"

EU = "Elektrische und elektronische Uhren"

Stampa Stampa | Mappa del sito
© 2014 - 2017 - F.B.S., Torino, Italia - www.orologi-elettrici.it

questo è un sito amatoriale, senza fini pubblicitari o di lucro
sono state inserite soltanto fotografie scattate personalmente dall'autore o per le quali - se non di pubblico dominio - l'autore ha avuto espressa autorizzazione alla pubblicazione
non vi è alcun collegamento con Case produttrici, rivenditori, distributori e/o relativi marchi