OROLOGI ELETTRICI
OROLOGI ELETTRICI

PRODUTTORI / MARCHI (elenco alfabetico)

 

 

-=oOo=-

 

In questa sezione ho elencato tutti i loghi a me noti utilizzati su orologi con movimenti elettrici

si tratta del nome di vere e proprie Maisons - che hanno utilizzato movimenti propri o di altri (es.: Hamilton ha incassato il proprio cal. 500-505 e poi ha utilizzato l’ESA Dynotron), di Ebauches come ESA e A.Schild, che normalmente realizzavano i soli movimenti, e solo in qualche caso apponevano il loro nome ad esemplari finiti (perlopiù prototipi, modelli dimostrativi o di scuola), oppure sono marchi di vendita (es: Tradition e Stellaris, della grande catena di distribuzione USA Sears Roebuck & Co.) o di ateliers di oreficeria, che riportavano il proprio nome su esemplari prodotti da altre Case (es.: Birks, Bucherer)

ho raccolto per anni nei miei appunti quanto ho riscontrato su testi specializzati, il risultato di navigazione sul web in vari siti - anche di vendita online, in blog o fora (rimando alla sezione “fonti”), e mi sono segnato di avere “visto” questo o quel modello, annotandone ove possibile le specifiche e ricercando origine e storia del  relativo marchio  (spesso non ne ricordo più la fonte – ove possibile la cito o pubblico il link). trattandosi di appunti sono, come vedrete, piuttosto schematici

 

di molti esemplari che ho visto in rete ho scaricato le foto per mia documentazione personale, ma,  ovviamente, non le posso pubblicare per non violare eventuali diritti d’autore

sul sito troverete solamente immagini scattate da me, di orologi che sono o sono stati di mia proprietà o per le quali ho avuto l'autorizzazione alla pubblicazione (di volta in volta ne viene indicata la fonte)

 

numerosi marchi sono oramai scomparsi, e in molti casi è stato difficile “riscoprire” a chi appartenessero; di alcuni, nonostante lunghe ricerche, non sono riuscito a reperire notizie

 

come esempio riporto qui di seguito le mie note relative al logo “Baume”: marcava un bell’orologio con movimento Landeron 4750 che ho visto in rete, e ne non ho ancora appurato con certezza la titolarità

 

BAUME – NOTE

 

Visto Landeron 4750 marcato “Baume” – quindi del 1961- 1962

 

Certo è che la Baume& Mercier viene fondata nel Luis-Victor e Célestin Baume nel 1830 ed assume l’attuale nome già a partire dal 1918, quando William Baume entra in società con Paul Mercier

 

Esistono registrazioni del marchio BAUME anche a nome “Alexander Baume & Co.”, Londra 1878, ”Baume & Co.”, Londra 1882, e poi come “A. Baume” a Le Bois (CH): sono relative ad un’altra Casa, che nulla ha a che vedere con Baume & Mercier?  Chi era Alexander Baume?

 

Sul sito ancestry.co.uk ho trovato per caso nominativo di Alexander Baume, che  risulta registrato come elettore nel 1891. Esistono numerosi altri iscritti con il cognome Baume, da allora fino ai giorni nostri – quindi esisterebbe sicuramente una dinastia Baume inglese: ha collegamenti con quella svizzera e con B&M?

 

In Inghilterra, attualmente, nel campo orologiero c’è una ditta “Baume & Co - Alexander House”, situata a Oldham, Lancashire, ma non ho trovato altro se non la registrazione:

 

http://manchester.yalwa.co.uk/ID_119311367/Baume-Co-Alexander-House.html

 

 

La cosa è sempre meno chiara, anche perché le registrazioni dei marchi sono molto numerose e sembra si faccia confusione fra “Alexander Baume” di Londra, Baume & Co., Baume Fréres etc., anche con riguardo al logo BAUME (o: Baume & Co.) accompagnato da tre stelle (o, anche, queste soltanto):

 

mentre, ovviamente, sono di Baume & Mercier:

 

oltre al famoso logo della PHI greca, già del 1801:

 

trovata anche la registrazione: “Baume Watch” a nome di: Mosimann & Cie./Fabrique Mildia, La Chaux-de-Fonds, 1911

 

cercando la registrazione internazionale del marchio nel settore orologiero (codice 14 classificazione di Nizza), escludendo B&M, si trova la JAQUET-BAUME, ora “La Joux-Perret”, acquistata da Citizen nel 2012, media azienda (ca. 110 dipendenti) che produce movimenti per Case di altissimo livello: la stessa B&M, R.Weil, Corum, Hublot, Eberhard, Panerai, GP, etc.

 

 

sul forum:   http://mb.nawcc.org/showthread.php?62720-Help-needed-identifying-Baume-watch   

 

alla richiesta di identificare un tasca incassato in Inghilterra con la sigla AB dentro il fondello,  movimento marcato Baume & Co. con tre stelle ed il calibro 10.85N, uno dei partecipanti risponde:

 

AB is the importers cartouche for Arthur Baume. He was the Director of the London branch of Baume et cie, a Swiss watch manufacturer based in Les Bois, in the Jura region. In 1920, William Baume, (grandson of the founder of Baume), and Paul Mercier founded Baume & Mercier in Geneva. As well as marketing their own watches, Baume & Company were the importer of Longines watches to the UK and the Commonwealth, much as Wittnauer was for the US. 

It is not unusual to see otherwise unmarked Longines watches from the early 1900s with the "B & Co." (for Baume & Co.) mark on the movement.

 

 

in effetti il movimento è chiaramente un Longines cal. 10.85 N, “gemello“ del 10.86 N utilizzato anche su modelli da polso degli anni ’20, come il famoso esemplare del 1929 (incassato negli Stati Uniti) appartenuto ad Einstein e venduto in asta da Antiquorum a New York nel 2008

 

il catalogo della Casa d'aste non è più raggiungibile, si può leggere la notizia - comunque facilmente reperibile con una semplice ricerca - sul sito della Swatch Group:

 

http://www.swatchgroup.com/it/services/archivio/2008/l_orologio_longines_di_albert_einstein_aggiudicato_a_un_prezzo_da_record

 

se ne parlava anche sul blog Orologiamo, non più operativo, ma la pagina è leggibile:

 

http://www.orologiamo.it/2015/04/al-polso-dei-vip-cosa-ce-lorologio-di-albert-einstein/

 

 

orologi-elettrici è su TWITTER:

 

per la navigazione seguire l'indice principale in alto ed i sottoindici a sinistra

 

cliccando sulla foto del Megasonic sopra il titolo si torna alla homepage

 

si può anche andare direttamente alla mappa del sito:

 

cliccare in basso a sinistra (nella fascia blu subito sopra il ©)

 

oppure qui sotto (si apre un'altra finestra)

utilizzando i vari links si apre un'altra pagina o si viene spostati su quella che viene richiamata nell'indirizzo (a seconda delle Vostre impostazioni)

in quest'ultimo caso per tornare indietro utilizzate l'apposito tasto del browser (anche, il "back" della tastiera, oppure alt + freccia sinistra se usate Chrome)

per essere sicuri di aprire il link in una nuova pagina ("scheda" o "finestra") cliccatevi sopra con il tasto destro del mouse ed utilizzate l'opzione corrispondente 

sTO CARICANDO LE PAGINE E LE IMMAGINI UN PO' PER VOLTA

LA TRATTAZIONE DI MOLTI ARGOMENTI E' ANCORA DA COMPLETARE

IL CONTENUTO E' SOGGETTO A MODIFICHE O REVISIONI

CERCHERO' DI DARE CONTO DEI PROGRESSI NELLA PAGINA "CRONOLOGIA" E SU TWITTER

abbreviazioni usate nel testo (autori e fonti):

 

DO = Doensen, “Watch. History of the modern wristwatch” /

doensen.home.xs4all.nl

EL = electric-watches.co.uk

EK = “Elektrik am Handgelenk”

GW = “Complete Price Guide to Watches” 

CW = crazywatches.pl

KN = hknebel.org

HW = hwynen.de

EW = “Electrifying the wristwatch”

RW = "The electric watch repair manual"

EU = "Elektrische und elektronische Uhren"

Stampa Stampa | Mappa del sito
© 2014 - 2017 - F.B.S., Torino, Italia - www.orologi-elettrici.it

questo è un sito amatoriale, senza fini pubblicitari o di lucro
sono state inserite soltanto fotografie scattate personalmente dall'autore o per le quali - se non di pubblico dominio - l'autore ha avuto espressa autorizzazione alla pubblicazione
non vi è alcun collegamento con Case produttrici, rivenditori, distributori e/o relativi marchi