OROLOGI ELETTRICI
OROLOGI ELETTRICI

PRODUTTORI / MARCHI (alfabetico)

 

- C -

 

CADOLA  Visto modello “Dynotron Electronic” con il calibro ESA 9154

 

la denominazione risulta registrata nel 1946 dalla Froidevaux SA, con sede in Neuchâtel (CH), titolare di numerosi altri marchi, quali p.es.:  Escudia, Fontain, Rewel, Téséo

 

secondo quanto ho letto l’azienda dovrebbe essere cessata negli anni ‘70

 

CAMY  CAMY SA, Genéve. Marchio registrato a nome: Stroun Fréres SA/ CamyWatch SA/ Cronel Watch SA, Ginevra e Grenchen, 1923 (secondo taluni si sarebbe trattato di una sottomarca – anagrammando il nome - della CYMA, ma credo che ciò sia inesatto, dato che quest’ultima era della Tavannes Watch Co, con Sedi a Tavannes eLa Chaux-de-Fonds).  Incassava il Landeron 4750

secondo EK utilizzò anche l'ESA 9154

 

http://electric-watches.co.uk/makers/camy/

 

CANDINO  Candino Watch Co., Biel (CH) 1953. modello “Electronic” con l’ESA 9154

secondo EK utilizzò anche i calibri 9157/9158

 

sito ufficiale: http://www.candino.com/it/

 

CARAVELLE  Di proprietà della Bulova. Il movimento 12 OUCD (“lic. ATO”) è identico al Citizen

4830, il 12 OTC = Citizen 0811, il 12 OUC = Citizen 0830, il cal. 70 T (Lady) corrisponde al Lip R 50 / ESA 9190, 13UKCB = ESA 9158

secondo EK utilizzò anche l'ESA 9200 "frontronic" 

 

http://electric-watches.co.uk/makers/caravelle/

 

http://www.crazywatches.pl/caravelle-4830-transistorized-1972

 

il sito ufficiale USA della Bulova ha un richiamo al marchio Caravelle  (ora: Caravelle New York), ed un sito dedicato:  http://www.caravelleny.com/en-GB

 

 

CARRONADE  Marchio, dal 1966 - adesso estinto, della Signet Group Ltd (già Ratner’s Group), catena di gioiellerie fondata nel1949 a Richmond, Surrey (UK) da Leslie Ratner ed ora presente a livello mondiale (soprattutto UK e USA), dopo l’assorbimento di varie altre catene (H. Samuel, Sterling and Westhall e diverse altre) 

 

visti modelli "Electronic" con movt. Dynotron (ESA 9154 e 9157-9158) e, anche, un esemplare Lady con il calibro ESA 9200

 

per motivi che non sono riuscito ad accertare il logo è praticamente uguale a quello della Tressa (vedi) -  se ne parla (a proposito di modelli diver di aspetto molto simile) nel forum:

 

http://forum.tz-uk.com/showthread.php?176262-Vintage-Dive-Watches-Tressa-Carronade-Desta-Ulysse-Nardin

 

 

CARTIER  Maison francese di gioielleria e prodotti di lusso in generale, famosissima anche per alcuni modelli di orologi che hanno fatto scuola -  basti citare il famosissimo “tank”

 

Visto Accutron cal. 218 con cassa 14 Kt e logo Cartier sul quadrante, non ho altre notizie

 

sito ufficiale:   http://www.cartier.it/

 

 

C-B-C  visto esemplare con il logo di cui sopra, l’indicazione “Made in Germany” e movimento LIP cal.  R 184

 

non sono riuscito a risalire alla titolarità del marchio 

 

peraltro ho rilevato la sigla C.B.C. punzonata sul fondello di un pezzo a marchio MEISTER-ANKER , anche questo con il  LIP R 184 e, sul quadrante, l'indicazione: "Electronic - Incabloc - West Germany"  (vedi foto nella galleria ed alla voce Meister-Anker)

 

ho poi visto il logo anche sul dial di un crono subacqueo con calibro Valjoux 7734 

vedi immagine in alto a destra

peraltro si parla di un orologio simile su di un Forum tedesco (ed è praticamente l'unica traccia sul web che riconduce a questo marchio): 

 

https://uhrforum.de/c-b-c-chronograph-valjoux-7734-a-t182010

 

CEH   Centre Electronique Horloger, fondato nel 1962 a Neuchâtel dalle principali Maisons svizzere e con l’impulso della ESA, sotto l’egida della “Fédération de l’Industrie Horlogère Suisse” (FH),   per la ricerca e sviluppo del movimento elettronico al quarzo

prima di giungere a realizzare nel 1970 il primo movimento al quarzo svizzero, comunemente denominato “Beta 21”, aveva sviluppato, sotto la guida di Max Hetzel, un’evoluzione del “suo” Accutron, chiamato “Swissonic” e prodotto, fra il 1966 ed il 1969, in 3.000 esemplari – che, tuttavia, per problemi di licenze di brevetto con la Bulova, non giunsero mai ufficialmente sul mercato (sono tuttavia ricercatissimi dai collezionisti)

 

interessantissimo da  leggere a proposito di CEH e del Beta 21:

 

http://www.ieeeghn.com/wiki/index.php/First-Hand:The_First_Quartz_Wrist_Watch

 

sito ufficiale della FH – cenni storici:

 

http://www.fhs.ch/eng/origins.html

 

sullo Swissonic di Hetzel da non perdere:

 

http://www.elektron.demon.co.uk/swissonic.html

 

CERTINA  Kurth Fréres, Grenchen 1888, ora di proprietà del gruppo Swatch 

utilizzò il cal. ESA 9156 (derivato del cal. 9154) per il “Biostar Electronic”, unico nel suo genere per l’indicazione dei bioritmi (anche in modelli da tasca, particolarmente rari)

con il cal. ESA 9162/9164 produsse il Certronic o C-Tronic (cal. 29-151 e 29-152), con l’ESA 9210 il cronografo cal. 749 “Chronolimpic”, con il Dynotron 9154 l’HZ-4 (cal. 28-351).

quasi introvabile il modello C-Tronic della serie Diamaster prodotta in collaborazione con RADO (che forniva le casse in carburo di tungsteno: come "testimonianza", qui sotto, un modello automatico di quella serie)

 

http://electric-watches.co.uk/makers/certina/

 

http://www.hwynen.de/certina.html

 

http://www.hknebel.org/Uhren/Hersteller/Certina/certina.html

 

 

specificamente riguardano il modello Biostar ed il calcolo dei bioritmi:

 

http://www.thewatchforum.co.uk/index.php?showtopic=60922

 

http://www.hwynen.de/certina-ta.html

 

http://www.vintagecertinas.ch/img/daten/AnleitungBiostar.pdf

 

per curiosità riguardanti i bioritmi ed il relativo calcolo:

 

http://www.hwynen.de/biorhythmik.html

 

http://www.bioduct.org/bioritmo.html

 

 

molto interessante il  sito vintagecertinas.ch, riguardante i Certina d’epoca, con foto, dettagli tecnici, schede relative ai modelli, annunci pubblicitari

 

 (la homepage in inglese è: http://www.vintagecertinas.ch/en/indexeng.html )

 

quanto al modello Certina-Rado Diamaster, oltre che quest’ultimo sito,  si può vedere anche:

 

http://forums.watchuseek.com/f11/certina-diamaster-rado-diastar-515-a-687200.html

 

 

sito ufficiale/ pagina relativa alla storia della Casa:

 

http://www.certina.com/about-certina/history#1888

 

CHAMPION   Marchio utilizzato dalla UMF RUHLA per grandi serie a basso costo (arrivò ad una produzione di 25.000 pezzi al giorno del cal. UMF 25).  montò anche il  cal.  UMF 26 (più raro)

 

http://electric-watches.co.uk/makers/champion/

 

qui sotto le immagini  di un bell'esemplare usato ma funzionante ed in ottime condizioni generali (un po' di patina sul quadrante dimostra i suoi anni)

 

CHRONELEX   un bell’esemplare diver con il logo di cui sopra, con l’indicazione “High Frequency Electric” ed animato dal movimento UMF Ruhla calibro 26, è visibile alla pagina:

 

 https://watch-wiki.org/index.php?title=Datei:UMF_HAU_CHRONELEX_mit_UMF_26-02.jpg

 

non sono riuscito a rintracciare notizie certe del marchio

 

secondo quanto riportato nel seguente articolo (davvero interessante per quanto riguarda la storia dello sviluppo dei calibri elettrici UMF Ruhla e la loro esportazione, anche negli USA), potrebbe essere legato alla GSELL o alla ERMI (vedi le corrispondenti voci dell’alfabetico):

 

http://kronos.freeforums.org/lafayette-u-h-f-electric-comunista-in-incognito-t4241.html

 

 

 

CHRONOSPORT  Marchio registrato nel 1969 dalla P. T. BARNARD & ASSOCIATES LIMITED, 21 OLD BOND ST. BATH, ENGLAND -  risulta cancellato per inattività  nel 1992

lo stesso nome (con loghi diversi, fra i quali una barca a vela vista di prua) risulta  iscritto negli anni successivi in USA, ed esiste attualmente una Chronosport Watches, che non dovrebbe però avere alcun legame con la prima

visto un “Electronic” con movt. ESA 9154 (e ponticello batteria marcato Tissot?)

 

se ne discute sul forum:

 

http://forums.watchuseek.com/f2/does-anyone-know-story-behind-chronosport-branded-watches-653200-2.html

 

il sito ufficiale della Chronosport attualmente sistente è:

 

http://www.chronosportwatch.com/

 

CITIZEN  Per i movimenti si vedano le apposite sezioni (C3 e D4)

 

storia: 

 

http://www.citizen.com.hk/en/about-us/brand-history

 

http://doensen.home.xs4all.nl/s4.html

 

movimenti e modelli:  

 

http://electric-watches.co.uk/makers/citizen/

 

http://www.hknebel.org/Uhren/Hersteller/Citizen/Hisonic/stimmgabel.html

 

citato da electric-watches.co.uk come sito completissimo con riguardo al cosmotron:

 

http://sweep-hand.org/the-x8-cosmotron/

 

ottime foto di un X8 Cosmotron cal. 4830 smontato si trovano su:

 

http://www.crazywatches.pl/citizen-x8-4830-cosmotron-1971

 

quanto al calibro 7803 A "Special", caratterizzato dalla rimessa a zero dei secondi e dei minuti a mezzo di un pulsante posizionato ad ore 8, si può vedere la pagina:

 

http://sweep-hand.org/2013/11/28/cosmotron-7803a-movement-the-special-version/

 

siti ufficiali:

 

http://www.citizenwatch.com/en-us/

 

http://www.citizen.it/

 

 

 

22 Marzo 2017

ho avuto l'autorizzazione a pubblicare le immagini di diversi modelli Citizen elettronici a bilanciere e a diapason (si veda sotto C-3 ed E-1 bis de “i vari calibri”)

avevo già pubblicato in precedenza quelle di un “Hisonic” cal 3711 A (= Accutron 218 date) e, il 13 Marzo, di  un ”IC-12"  animato dal calibro 5835 -  utilizzato, in questo caso, in un esemplare da uomo

mantengo nella galleria qui sotto solo alcune foto di ciascun esemplare (per non appesantire troppo la pagina) e trasferisco le altre alla nuova sezione: CITIZEN – “Galleria fotografica

 

fra le altre immagini che ho da caricare comincio con quelle di un raro CITIZEN X8 “Electric Watch” calibro 0801 del 1966

ringrazio pubblicamente l'Autore

(© masterpemberton2009, by courtesy – per gentile concessione)

 

 

NOTA:

il calibro 5835, nato come movimento per Signora (fu il più piccolo dell'epoca), ha consentito, sfruttandone le ridotte dimensioni, di ottenere un modello particolarmente sottile ed elegante

il pezzo è in condizioni NOS con le targhette originali, ed ha un quadrante splendido (solo il cinturino appare degradato per l'età)

 

 

28 Marzo: carico le foto di due Cosmotron GX calibro 3701 B (= Accutron 219) 

bellissimi entrambi, in particolare il secondo, che è in condizioni NOS e si distingue per il vetrino sfaccettato 

[© masterpemberton2009, by courtesy – per gentile concessione]

 

 

29 - 30 Marzo: dopo avere pubblicato alla pagina "CITIZEN - Galleria fotografica" un confronto fra i calibri 0801 e 0802, ecco un esemplare quantomeno "strano", con la dicitura "Electric Watch" tipica del calibro 0801, ma animato dal calibro 0802

dal seriale anche risulta prodotto nel Maggio del 1966 

[© masterpemberton2009, by courtesy – per gentile concessione]

 

 

31 Marzo, due Cosmotron:

- calibro 0840 del 1970 [© masterpemberton2009, by courtesy – per gentile concessione]

- calibro 4830 [© crazywatches.pl, by courtesy – per gentile concessione]

 

 

2 Aprile: aggiungo le immagini di un altro “Hisonic” cal. 3711 A (= Accutron 218 date) e di due cal. 3701 A  day/date (qui sotto solo alcune per ogni esemplare, le altre alla pagina CITIZEN – “Galleria fotografica")

 

 

3 Aprile: idem come sopra, fotografie di due CITIZEN 7803 A “Special”

[© masterpemberton2009, by courtesy – per gentile concessione]

CLEBAR  Fondata nel 1925 a Le Locle (CH), esistente

nonostante da molti sia ritenuta una marca minore (o, addirittura una “sottomarca” di questa o quella Casa di maggiore notorietà) produsse pezzi anche di pregio, p.es. cronografi con il calibro Venus 178 (ruota a colonne) o con tripla data e fasi luna animati dal calibro Venus 200 (entrambi utilizzati anche da Breiting, il primo nello storico Navitimer del 1954)

 

il nome viene associato a quello della Zodiac (pare vi sia stata una qualche forma di collaborazione), e compare su quadranti di Titus Breitling e Leonidas, forse perché avevano il medesimo importatore per gli U.S.A., la Edward Trauner Inc. di New York (a nome della quale risulta registrato lo stesso marchio, ma con una grafia leggermente diversa: vedi immagine a lato)

visto un “Electronic Swissonic” con l’ESA 9158

 

sito ufficiale / storia:

 

http://www.clebarwatches.com/history.html

 

CLINTON   Marchio della Clinton Watch Co./Hyman Wein, fondata nel 1922 a Chicago, che negli anni ’50  acquistò il marchio Hampden dalla Dueber-Hampden Watch Company (i cui stabilimenti erano stati smantellati e trasferiti a Mosca: vedi Hampden) e negli anni ’80 Benrus (che, a quanto mi risulta, era fallita nel 1977)

La casa cambiò denominazione in Benrus nel 1981 e, successivamente, in Hampden Corporation nel 1995

Montava il cal. Landeron 4750 nel modello Clinton “Electromatic” (*)

EK documenta l'uso del calibro Porta-PUW 2500

visto "Electronic" con il logo di cui sopra, particolare per la finestra di giorno e data al 6, probabilmente un PUW 2502/2508

 

il sito ufficiale della Hampden è:

 

http://www.hampdenwatch.com/

 

la storia di Hampden si può leggere sul sito:

 

http://hampdenwatches.blogspot.it/

 

NOTA: su queste ultime pagine un commento curioso e divertente a riguardo del cambio di denominazione della Casa:

 

Clinton had changed its name to Benrus in 1981 but following the sale in 1995, the name was changed again, this time to it's current one, Hampden Corporation. In light of the subsequent Monica Lewinsky scandal, this choice proved to have been an astute one; for a long time the name Clinton may not have immediately evoked thoughts of fine timekeeping.

 

(sic)

 

(*) vedi la pagina:

 

http://electric-watches.co.uk/makers/clinton/

 

CODHOR  Marchio di distribuzione francese. Visto modello “Electronic HF” su base YEMA

 

sito ufficiale: http://www.histoiredor.com/fr/montres/par-marque/codhor

 

COMMODOR  Poche notizie: il marchio risulta a nome della Charles Wilhelm & Cie, La- Chaux-de-Fonds, 1942. Da segnalare esemplare elettrico con movimento Landeron cal. 4750 (prima versione 12 rubini senza vite eccentrica per la regolazione fine)

 

CONCORD  La Concord Watch Company SA fu fondata nel 1908 ed oggi fa parte del gruppo Movado.  Presentò  nel 1972 alla Fiera di Basilea il proprio “Concord µ-Quartz” con il movimento Golay FB7723 a bilanciere controllato da quarzo ( molto raro, vedi alla sezione "i vari calibri", bilanciere-quarzo); particolarità dell’orologio la presenza di due corone, una posteriore per regolare l’ora ed una ad ore 4 per la sola data

 

http://electric-watches.co.uk/makers/concord/

 

sito ufficiale: http://www.concord.ch/

 

CONSUL   Casa fondata nel 1900 da François Huguenin a La Chaux-de-Fonds (CH), proseguita a partire dal 1934 dal genero Charles Virchaux  e poi dai suoi discendenti

nel 1979 viene acquisita dalla DESCO Luxury Holding AG e poi, nel 1985, entra nell’orbita della Girard-Perregaux e si trasferisce a Bienne

nel 1996 viene acquistata da un privato, esiste tutt’oggi con sede a Neuchâtel

visto modello “Electronic” con il Dynotron ESA 9154 ed il logo in alto a sinistra; a fianco altri due loghi storici, a lato quello attuale

 

sito ufficiale/storia:

http://www.consul-watch.com/About-Us.php

 

altri riferimenti:

http://montre24.com/brand/Consul/Consulwatch/

http://www.masterhorologer.com/2010/02/consul-watch-brand-profile-history-and.html

 

la Desco Luxury Holding AG  (ora cessata)  risulta su:

http://www.moneyhouse.ch/it/u/desco_luxury_holding_ag_CH-020.3.031.070-0.htm

e se ne parla alla pagina:

http://en.wikipedia.org/wiki/Maurice_Lacroix

 

a proposito della (sterminata) dinastia Huguenin:

http://watch-wiki.org/index.php?title=Huguenin

 

 

CONTINENTAL  Marchio registrato nel 1924 dalla Adolf Schild et Cie. (storica Casa fondata nel 1896, ora non più esistente, produttrice di movimenti che furono pietre miliari dell’orologeria ed una delle 23 Ebauches che costituirono la ESA), è stato di proprietà della SSIH, dal 1993 è di una società di Dubai

 

sicuramente utilizzò l'ESA cal. 9157/9158 

 

qui sotto un modello  interessante con il Dynotron, di forma circolare un po’ a cupola, bracciale in acciaio a segmenti rivestito internamente in gomma (molto “anni ‘70” )

 

sito ufficiale: http://continental-watches.ch/de/language/en

 

 

CORDURA  marchio di cui non sono riuscito ad accertare con certezza la titolarità, anche perché le ricerche sono rese complicate dall’omonimia con il materiale tessile (registrato) utilizzato per i cinturini

 

a questo nome si vedono, perlopiù in Nordamerica, esemplari subacquei automatici denominati “SEA-GULL”(con calibro Baumgartner 158 marcato SICURA), e svegliarini con movimento Ronda (probabilmente cal. 223P-21), tutti con il logo qui a lato sul fondello 

(identico, come disegno, a quello che compare sugli orologi SICURA)

tutto farebbe quindi pensare ad un certo tipo di "parentela"
 

per quanto ci riguarda esistono esemplari “Electronic” animati dal calibro ESA 9157 contenuto in un “modulo” separabile dalla cassa, il fondello è uguale ad altri modelli simili, con il tipico  coperchietto per la batteria, e riporta  la dicitura “Swiss Electronic” (ove spesso si legge “Swissonic”)

 

 

CORTEBERT  Casa svizzera fondata nel 1790 da Abraham-Louis Juillard, nota in Italia con il marchio Perseo, creato appositamente quando, durante il ventennio, vinse la gara per fornire gli orologi alle nostre Ferrovie, ma i nomi stranieri non erano graditi al regime. Curiosamente i due marchi si fusero – probabilmente negli anni della crisi dell’orologeria svizzera e, dopo gli anni ’70, è sopravvissuto solo quello Perseo (vedi:  http://www.perseo-watches.it/ )

Cortébert utilizzò l’ESA 9150 in un modello con cassa cromata a forma “disco volante” , bel quadrante blu cobalto con una riga circolare rossa (immagini nella galleria) 

visto anche con l’ESA 9154 (stessa forma)

identica cassa e medesima dicitura "Electronic 350" in un esemplare con il logo APICE (marchio di cui non ho trovato la registrazione), il cui fondello riporta il simbolo della Cortébert con la stessa referenza 350002

quadrante di disegno simile (indici a bastone applicati pressoché uguali - in questo caso fondo argenté con riga concentrica blu)

vedi alla voce Apice -  per documentazione riporto anche qui sotto il logo e particolare del fondello

nell'ultima immagine il logo Cortébert nella versione vista sul quadrante di un orologio da tasca prodotto per le Ferrovie turche

CORUM   Maison svizzera nota e prestigiosa. Secondo il Doensen presentò il modello "TS µ-quartz" con movimento Golay FB 7743 alla Fiera di basilea del 1972 (a tal riguardo non ho altre notizie né immagini)

 

http://doensen.home.xs4all.nl/j60.html

 

per la storia della Casa vedi ad esempio:

 

http://www.presentwatch.com/corum/103479.html

 

sito ufficiale: http://www.corum.ch/

 

CREDOS   Tièche, Schluep & Cie. / Montres Credos SA, Nidau e Biel (CH), 1945; acquistata dalla Bucherer nel 1967

EK segnala che utilizzò i calibri ESA Dynotron 9150 e 9154

circa la Bucherer si può leggere:

 

http://de.wikipedia.org/wiki/Bucherer_Gruppe

 

CRONEL Marchio registrato nel 1954 dalla Camy Watch SA/Stroun Fréres. ESA 9154

 

CROTON   Croton Watch Company Inc. , fondata a New Jersey, USA, nel 1878, tuttora in vita. Ha prodotto  orologi con l’UMF Ruhla,  il PUW 1000 e  l’ESA Dynotron (in particolare i calibri: 9154, 9157/9158 e 9200)

 

http://electric-watches.co.uk/makers/croton/

 

 

sito ufficiale / storia: http://www.crotonwatch.com/frontpage.aspx

 

CUPILLARD RIĖME   La “Fabrique d’Ėbauches Cupillard SA” fu fondata nel 1852  da Virgile Cupillard a Villers-Le-Lac (di qui la sigla VC dell'Ebauche), proseguita dal figlio Maxime, e nel 1965, divenne cofondatrice della “France Ėbauches SA”

in una pubblicità del 1960 compare come “Cupillard Vuez - Rième & Cie” (quest’ultima è citata da più parti come “anciens Ets. Maurice BUSSARD”), vedi a lato

nel 1970 Cupillard Rième forma il gruppo  FRAMELEC (con sede a Morteau) insieme con  Yema, JAZ e altre Case francesi, dal 1981 sotto il controllo del gruppo “Matra Horlogerie” e, nel 1988, in quello della Hattori (o: Hattori–Seiko) - Compagnie Generale Horlogère (CGH)

il marchio Cupillard-Rième risulterebbe cancellato dal 1990

EK segnala l’utilizzo del Dynotron ESA 9154

 

i produttori di cui sopra sono citati nel pdf:

 

https://recherche-archives.doubs.fr/accounts/mnesys_ad25/datas/medias/Fichiers_pdf/07_J/J_50J_Syndicat_horlogers.pdf

 

il testo è intitolato: “Syndicat de fabricants d’horlogerie de Besançon” e sono nominati:

 

- CUPILLARD Henri, Morteau. Montres Eury 1948-1951

- CUPILLARD-VUEZ (manufacture), Morteau 1955-1974

- CUPILLARD-VUEZ et RIEME (anciens Ets Maurice BUSSARD), Morteau. Montres Lijac, Esperanto 1954-1966

 

altri riferimenti:

 

http://watch-wiki.org/index.php?title=Fabrique_d%27%C3%A9bauches_Cupillard_S.A.

 

http://forum.horlogerie-suisse.com/viewtopic.php?f=1&t=18719

 

citazioni in un articolo riguardante la crisi del quarzo a Morteau:

 

http://www.c-a-d.fr/flip/CAD96/files/assets/downloads/page0012.pdf

 

orologi-elettrici è su TWITTER:

 

per la navigazione seguire l'indice principale in alto ed i sottoindici a sinistra

 

cliccando sulla foto del Megasonic sopra il titolo si torna alla homepage

 

si può anche andare direttamente alla mappa del sito:

 

cliccare in basso a sinistra (nella fascia blu subito sopra il ©)

 

oppure qui sotto (si apre un'altra finestra)

utilizzando i vari links si apre un'altra pagina o si viene spostati su quella che viene richiamata nell'indirizzo (a seconda delle Vostre impostazioni)

in quest'ultimo caso per tornare indietro utilizzate l'apposito tasto del browser (anche, il "back" della tastiera, oppure alt + freccia sinistra se usate Chrome)

per essere sicuri di aprire il link in una nuova pagina ("scheda" o "finestra") cliccatevi sopra con il tasto destro del mouse ed utilizzate l'opzione corrispondente 

sTO CARICANDO LE PAGINE E LE IMMAGINI UN PO' PER VOLTA

LA TRATTAZIONE DI MOLTI ARGOMENTI E' ANCORA DA COMPLETARE

IL CONTENUTO E' SOGGETTO A MODIFICHE O REVISIONI

CERCHERO' DI DARE CONTO DEI PROGRESSI NELLA PAGINA "CRONOLOGIA" E SU TWITTER

abbreviazioni usate nel testo (autori e fonti):

 

DO = Doensen, “Watch. History of the modern wristwatch” /

doensen.home.xs4all.nl

EL = electric-watches.co.uk

EK = “Elektrik am Handgelenk”

GW = “Complete Price Guide to Watches” 

CW = crazywatches.pl

KN = hknebel.org

HW = hwynen.de

EW = “Electrifying the wristwatch”

RW = "The electric watch repair manual"

EU = "Elektrische und elektronische Uhren"

Stampa Stampa | Mappa del sito
© 2014 - 2017 - F.B.S., Torino, Italia - www.orologi-elettrici.it

questo è un sito amatoriale, senza fini pubblicitari o di lucro
sono state inserite soltanto fotografie scattate personalmente dall'autore o per le quali - se non di pubblico dominio - l'autore ha avuto espressa autorizzazione alla pubblicazione
non vi è alcun collegamento con Case produttrici, rivenditori, distributori e/o relativi marchi